Turismo da proclami e reclami

di Daniele Corrieri

Turismo alle Eolie? Tutto da rifare !

Premessa: la Pasqua che cade il 18 Aprile a ridosso dei due ponti del 25 Aprile e del 1° maggio chissà quando ricapita.

petQuesti 14 giorni potevano essere da tutto esaurito, invece abbiamo avuto gli hotel che hanno svenduto le camere, con occupazione massima del 55%; i piccoli hotel costretti a regalare le camere dal momento che quelli a 4 Stelle le hanno vendute a prezzi da coop; gli affittacamere a grattare in quel del porto le briciole.

A proposito di porto: capisco che ci raccontano che soldi non ne abbiamo, che è tutta colpa della Regione quasi in default, ma per organizzare un’area di accogliente con ordine, pulizia, zero macchine salvo di chi deve imbarcare servono i soldi ? O bastava che l’assessore competente e la Capitaneria di Porto un mese prima, quindi a marzo, stabilivano il da farsi? Per mettere un pò di contenitori per i rifiuti in giro per il centro, a Marina Corta e Sottomonastero bisogna telefonare a chi? Al sottosegretario o al Ministro dell’Ambiente?

Vogliamo parlare delle manifestazioni organizzate da questa Amministrazione? E di cosa dovremmo parlare se non si è fatto nulla! Qualcosina di divertente si è vista a Marina Corta, grazie alle attività della zona. Ma chi c’era a quelle serate? Solo liparoti. I turisti, infatti, stavano in altre Isole che sembrano non appartenere alle Eolie, come Stromboli e Salina in particolare fino a ieri, grazie alla regata.

Inutile sottolineare che dei proclami degli albergatori abbiamo le tasche piene, inutile rimarcare che per ragioni sconosciute il mio amico Davide Starvaggi non alza la voce e si accontenta del nulla di fatto, ricordando che restiamo in attesa del bilancio di previsione 2014. Cosi riusciremo a capire di che morte moriremo. Mi raccomando sino al 30 dicembre avete tempo per farlo!

Ma visto che tutto è da rifare… chi deve fare? Le risposte che vi daranno saranno: (Gli Hotel ) siamo tassati e super tassati e l’amministrazione non fa nulla per noi; (l’Amministrazione dirà) c’è crisi dove troviamo i soldi? Domando: Ma se stato e regione per come dice il Sindaco non ci hanno tagliato un bel nulla, se dal patto di stabilità si sono liberati 3 milioni e mezzo, come mai siamo bloccati? Certo, a Palermo c’è una confusione che regna sovrana ma politicamente oggi cosa siamo ? In quanto agli albergatori suggerisco che invece di arricchire i portali e scannarvi tra di voi è tempo che copiate i miei amici albergatori del Trentino Alto Adige, seguiti a ruota dai valdostani e a breve dai Pugliesi! Basta poco . . .meno individualisti e più gioco di squadra.

Cosa ci regalerà il futuro? Tanti proclami, tanti reclami, tanto fumo ma soprattutto disoccupazione su disoccupazione.