Tre speranze per gli ex Pumex ( video news)

Lipari- Tre speranze per i 35 ex lavoratori della Pumex dallo scorso dicembre senza lavoro (alle dipendenze del Comune) per la bocciatura anche del loro progetto obiettivo nella finanziaria regionale. Le ha annunciate direttamente il Sindaco nel Consiglio comunale di oggi: E cioè che il Governo regionale trovi la copertura finanziaria per i suoi 25 mila precari; la destinazione di parte delle cifre che saranno incassate dalla tassa di sbarco, se sarà approvata entro fine mese; la destinazione del 97% dei fondi distribuiti ai comuni delle isole minori l’anno scorso da impiegare quest’anno per le spese correnti come approvato dall’Ars e quindi nelle intenzioni dell’Amministrazione anche per gli ex Pumex. Qualcosa dovrà accadere. Il dibattito in aula, che anche questa volta non è stato privato dalla solita triste caccia ai responsabili, è stato caratterizzato anche dalle proposte dei consiglieri Casilli per il quale, dopo informazioni assunte con l’ufficio legislativo della Regione, si può chiedere un finanziamento nell’ambito della legge sui siti Natura 2000 come le Eolie e Lo Cascio, il quale ha rimarcato come, nel medio termine, si possa pensare, a sette anni dall’esistenza del piano di gestione del sito Unesco ad un ente gestore che preveda anche l’impiego degli ex Pumex. Ente gestore, senza il quale , tra l’altro Lipari rischia di essere depennata dalla lista dei siti patrimonio dell’umanità.