Sottomonastero controlli ok, ora il corso V. Emanuele

di Daniele Corrieri

Operazione Porto pulito…continuate così !

petStamane la Capitaneria di Porto di Lipari ha effettuato serrati controlli al porto di aliscafi e navi. Com’è ben noto ormai il porto è diventato una giungla dove si esercita ogni tipo di lavoro. Di fatto, oggi, da questi fitti controlli risulterebbe che gli unici ad avere l’accesso al porto, con l’articolo 68, sono i taxi; la quasi totalità dei pulmini degli hotel erano sprovvisti di autorizzazione o altri tipi di documenti. Per di più, altre attività di transfert gratuito per le spiagge fino ad oggi avevano solo l’autorizzazione per il suolo pubblico e non per i veicoli a uso transfert, senza considerare le decine di scooter e auto parcheggiate in ogni angolo.

Per farla breve dopo 4 ore intense di controlli e multe di ogni genere, dentro il porto vi erano parcheggiati solo i taxi!

Probabilmente, e senza nulla togliere all’attività precedente della Capitaneria di Porto, alcune discussioni molto accese tra cittadini ( tra i quali chi vi scrive, tutt’altro che pazzo) e la Capitaneria di Porto hanno fatto si che, ad oggi, con la “pulizia” del porto, in pochi possono avere accesso alla struttura.

Segnalo che all’entrata del porto un cartello vieta l’accesso ai veicoli non autorizzati; lo stesso porta la scritta “salvo autorizzati o chi deve imbarcare ha accesso 20 minuti prima”. Come da ordinanza in vigore non è più 20 minuti prima ma un’ora prima.

Sempre e in riferimento a questa ordinanza,la stessa contrasta con le disposizioni sulla viabilità del Comune di Lipari. In via T.Amendola hanno istituito il doppio senso e non si capisce, se uno entra da dove dovrebbe uscire. Serve un genio della viabilità per capirci qualcosa !

Concludendo: da tempo lamentavo che i taxi non erano il problema del porto. Ancora una volta non vengo smentito perché alla fine dagli affittacamere a molti hotel sono sprovvisti di regolare autorizzazione.

Mi auguro che questo tipo di attività di controllo trovi continuità essendo che dopo tre mesi che gironzolo in quell’area, provocando quelle reazioni che oggi si sono verificate, per la prima volta il porto di Lipari è degno di una località Turistica.

Chissà se domani anche il Corpo della Pulizia Municipale troverà il tempo (sono troppi impegnati e con pochi uomini…sic) a dar decoro al Corso Vittorio Emanule essendo, un vero e proprio bazar di cartelloni, banchetti e bancarelle per la vendita di escursioni. Senza considerare il procaccio serale. Altro che sito Patrimonio dell’Unesco…ormai siamo Terra di tutti e di nessuno!