Sanatoria per la villa di Barbareschi a Filicudi: rinviati a giudizio attore e tecnici

Messina- Realizzazione della piscina e ampliamento di un vano nella sua casa di Filicudi. Luca Barbareschi, i tecnici della Soprintendenza di Messina, Anna Piccione e Antonino Spanò Greco, e i professionisti incaricati dall’attore, Adolfo Sabatini e Giuseppe Faranna, sono stati rinviati a giudizio nell’ambito del processo “bis”,  relativo alla concessione della sanatoria. che inizierà il prossimo 14 ottobre e  che è nato dalla prima inchiesta, portata avanti dalla Procura di Barcellona, per abusivismo edilizio.  Dopo il ricorso di Barbareschi la vasca-piscina, per la quale era stata emessa un’ordinanza di demolizione, fù giudicata “compatibile con il paesaggio”. Ma da una maxi consulenza affidata dalla Procura barcellonese, emersero alcune ipotesi di reato , secondo il consulente  verificatesi nelle procedure adottate dalla Soprintendenza.

Da qui la trasmissione degli atti a Messina. Per il pm della Procura peloritana, Anna Maria Arena- come riporta oggi la Gazzetta del Sud- nella procedura amministrativa di sanatoria si sarebbero concretizzati i reati , contestati a vario titolo agli indagati, di abuso d’ufficio e falso in relazione alla documentazione tecnica presentata e approvata.