Rita Borsellino : camera ardente in un bene confiscato alla mafia

rita borsellino(today.it) “Sarà allestita stamani in via Bernini 52, a Palermo, in un bene confiscato alla mafia e assegnato dal Comune al Centro studi ‘Paolo Borsellino’ la Camera ardente per Rita Borsellino, la sorella del giudice antimafia che si è spenta ieri in ospedale all’età di 73 anni, dopo una lunga malattia. Lo ha concordato con i familiari e con i responsabili del Centro il sindaco Leoluca Orlando, che ha anche disposto la presenza del gonfalone della città. “Con Rita Borsellino scompare una figura simbolo di testimonianza antimafia e di impegno della società civile” ha detto ieri il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè: “Una donna straordinaria che si è contraddistinta per l’impegno profuso contro tutte le mafie e le ingiustizie”.

Ccon Libera, Rita Borsellino ha contribuito in maniera determinante all’approvazione delle legge 109/96 sull’uso sociale dei beni immobili confiscati alle mafie e sostiene attivamente il progetto Libera Terra”.

——————-
Dopo una lunga malattia, è morta Rita Borsellino. La sorella del giudice Paolo aveva 73 anni. Sposata dal 1969, aveva tre figli. Dopo l’uccisione del fratello era diventata testimone della lotta alle criminalità organizzate.Proprio lo scorso febbraio era morto il marito, Renato Fiore.