Luca Giorgianni : il “turismo” dei nuovi barbari in una società alla deriva

Scrive Luca Giorgianni su Fb : Vorrei proprio conoscere questa mistica entità, fenomeno occulto o qualunque sia la causa di aver dirottato su quest’isola, quest’orda di barbari, questa congrega dell’orrido, come gli esperti del web ogni santissima mattina documentano.
Dove sono i genitori? dove sono le forze dell’ordine? come mai i Vigili Urbani, i Carabinieri, l’Esercito, la Marina Militare, gli Alpini e Garibaldi non sono prontamente appostati dietro il cespuglio ornato da mutanda che sa tanto di natale o non emergono con un mitra dal fondo della fontana? Cosa staranno facendo di così importante da non essere sempre al posto giusto nel momento giusto?
Almeno a Gotham City hanno Bat Man, qui non credo possiamo permettercelo perché se occupa una grotta come ci entriamo con la barca.
Dobbiamo combattere chi per interessi personali permette che a Lipari giungano solo questi scadentissimi turisti. Perché è palese che per ogni imprenditore questi non valgano un centesimo mentre per qualcun’altro il traffico di questi migranti è business. OPS! ho sbagliato questi non li portano con i gommoni….
Quanto invidio Taormina, Rimini, Riccione, Ibiza, Formentera, Ischia e Capri…. con i loro percorsi religiosi, con i loro selezionatissimi percorsi culturali ed enogastronomici stellati, e noi qui che siamo costretti a svendere, nonostante l’acquisto di materia prima di assoluto pregio. “Solo Malvasia originale” e piatti della tradizione Eoliana.
Fortunati e bravissimi loro che demonizzano ogni tipo di scarso turismo, che non permettono a questi incivili nemmeno di digitare il numero di carta durante la prenotazione on line.
Poi però ieri sera davanti la tv ho avuto un pensiero.
Ma non è che vivo solo io in quella società dove Rovazzi, con il suo Andiamo a comandare diventa stile di vita di giovani e meno giovani, dove la tv che chiamano “spazzatura” è l’unica che si guarda, dove i percorsi culturali sono solo argomento di tastiera?
Vi vedo durante le vacanze con selfie al museo con i biglietti della scala di Milano.
Forse aveva ragione Marchionne, che siamo nell’era del ci è dovuto e non del dovere.
Siamo in una società dove la coscienza viene pulita da un post pubblicato.

Diceva John Fitzgerald Kennedy

“Non chiederti cosa il tuo paese può fare per te, chiediti cosa puoi fare tu per il tuo paese”
Non vorrei sbagliarmi ma non credo intendesse che la risposta andava pubblicata su facebook!!!