Piano Regolatore di Lipari, accolto il ricorso del Comune

lipari monteLipari – Il Tar di Palermo (presidente Cosimo Di Paola, giudici a latere Giuseppe La Greca e Sebastiano Zafarana) ha accolto il ricorso del Comune di Lipari per il Piano Regolatore Generale, presentato dall’avvocato Tiziana Milana contro l’Assessorato Regionale del Territorio, difeso dall’avvocatura distrettuale dello Stato, e in particolare contro il decreto del dirigente generale del dipartimento regionale urbanistica del 29/07/2011, pubblicato sulla GURS parte I n. 38 del 09/09/2011, con cui sono stati approvati il Piano Regolatore Generale ed il Regolamento edilizio del Comune di Lipari;

Il Comune di Lipari ha sostenuto che dal 12 gennaio 2009 – data in cui è stata trasmessa la documentazione integrativa richiesta dell’assessorato – sarebbe cominciato a decorrere il termine di 270 giorni (180+90) con il quale “Il piano regolatore generale è approvato con decreto della Regione. Il 12 ottobre 2009, pertanto, sarebbero scaduti ad avviso del Comune i 270 giorni, con conseguente temporanea efficacia dello strumento urbanistico. L’assessorato regionale, invece, ha sostenuto che “i termini comincerebbero a decorrere soltanto “dalla data di ricezione della valutazione d’incidenza che ha completato l’intera documentazione del prg” e che pertanto il piano regolatore, nella versione rassegnata dal Comune, non avrebbe mai acquistato efficacia”. (ANSA).