Ospedale di Lipari, De Luca (M5S): «Le mie proposte per portare medici e infermieri sull’isola»

Ospedale, De Luca (M5S) : "bene secondo anestesista ma si deve fare di più"

«Passano le settimane, passano i mesi e l’emergenza all’Ospedale di Lipari resta irrisolta». Il deputato del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca torna ad accendere i riflettori sul nosocomio eoliano lanciando due proposte concrete per incentivare l’arrivo di medici e infermieri sull’isola e porre fine alla cronica carenza di personale.

«In questi anni – afferma il parlamentare regionale – mi sono occupato spesso dell’ospedale di Lipari, ho effettuato numerosi sopralluoghi ed ispezioni, ho incontrato e ascoltato il personale sanitario e i cittadini, toccando con mano il loro disagio e le loro paure. Purtroppo alle tante promesse fatte dal presidente della regione Musumeci e dall’assessore alla salute Razza non sono seguiti fatti concreti e siamo rimasti al punto di partenza».

«Ho deciso di intervenire ancora una volta per invitare il commissario dell’Asp di Messina a valutare la possibilità di indire un bando di mobilità extra-regionale per le figure di cui l’ospedale di Lipari è carente che abbia come unica e sola destinazione l’ospedale di Lipari. Contestualmente potrebbero essere avviate anche le procedure necessarie per stipulare delle convenzioni o pubblicare un bando che riguardi vitto e alloggio di medici ed infermieri che prestano servizio sull’isola in regime di convenzione. Vi è l’assoluta necessità di garantire al personale sanitario che si reca per brevi periodi nell’isola prezzi calmierati tutto l’anno, atteso che l’onere di anticipare i costi è in capo al personale e l’Asp tende a non rimborsare costi eccessivamente elevati».

«Quest’estate – continua l’on. Antonio De Luca –  mi sono giunte continue lamentele da parte dei sanitari che prestavano servizio in convenzione perché i prezzi degli alloggi reperiti e dei pasti erano troppo alti e l’Asp non intendeva superare determinate soglie di rimborso. Onde evitare che si disincentivino ulteriormente le convenzioni, occorre quantomeno garantire ai sanitari che aderiscono un trattamento specifico valido tutto l’anno, e per farlo occorre programmarlo per tempo e non in piena stagione estiva».

«Per fare in modo che questa proposta si concretizzi nel più breve tempo possibile – spiega il deputato pentastellato – ho già avuto un colloquio con il commissario Asp Bernardo Alagna e con il Presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori Sicilia, Christian Del Bono, che ha mostrato grande disponibilità e sensibilità sull’argomento dichiarandosi favorevole a discutere di misure volte a favorire la permanenza sull’isola di medici ed infermieri contribuendo così a migliorare la qualità dell’assistenza sanitaria a Lipari.  Nei prossimi giorni mi farò quindi promotore di un incontro tra Del Bono e  Alagna per arrivare al più presto alla stipula delle convezioni per il contenimento dei costi per i sanitari che presteranno servizio all’ospedale di Lipari».

«E’ arrivato il momento – conclude l’on. Antonio De Luca – di trovare soluzioni concrete per coprire i posti vacanti in pianta organica. Occorre dare il via libera a una soluzione normativa che consenta l’applicazione di forme di incentivazione economiche per incoraggiare i professionisti della sanità a scegliere Lipari come sede».