Merlino su riorganizzazione ospedale: “emergenza parto” scoperta

Riceviamo da Saverio Merlino e pubblichiamo

Per le notizie che si riescono ad avere, leggendo i giornali locali, a proposito del nuovo assetto organizzativo degli ospedali riuniti di Milazzo, Barcellona P.G. e Lipari si può tranquillamente dire che almeno per quanto riguarda l’Ospedale di Lipari, niente di nuovo.

Condivido pienamente le preoccupazione del Giornale di Lipari sulla necessità di conoscere i tempi per l’applicazione di quanto previsto nel nuovo assetto organizzativo (per Milazzo e Barcellona invece i tempi sono già fissati).

Non vorrei che qualche “inconveniente” di percorso (una malaugurata crisi del Governo Regionale, cambi di guardia, mancati trasferimenti di fondi…) ci farebbe perdere anche questo “contentino” che, per quello che mi riguarda , è sicuramente insoddisfacente per le esigenze dell’Eolie.

Ho letto, poi, se ho interpretato bene, che sarebbero previsti, nel piano in questione, nell’area chirurgica, tra l’altro, 2 ortopedici (bene) e 2 ginecologi (male).

Mi piacerebbe che qualcuno mi chiarisse, sempre se ho ben compreso, come potrebbe garantirsi “l’emergenza parto” prevedendo solo 2 ginecologi il che vorrebbe dire un solo ginecologo al giorno presente in ospedale.

Attenzione e non sto parlando del Punto Nascite…quello è un’altra storia…

Saverio Merlino