Iacolino chiede attenzione per Monte – Pianogreca

di Gianni Iacolino

Egr. sig. Sindaco,

il dott. Gianni Iacolino
il dott. Gianni Iacolino

Sulle strade di Pianogreca – Monte si é scritto tanto in questi anni, purtroppo senza portare a casa nessun risultato. Tutto é rimasto come prima, anzi, col passare del tempo, la situazione é di molto peggiorata.

Alla inadeguatezza della viuzza in costante dissesto, ora si aggiunge il risveglio primaverile della vegetazione che invade quel che resta della sede stradale e l’incremento del traffico veicolare in una stradina progettata su un vecchio sentiero e non più adatta alle esigenze di una contrada in continua espansione.

La vegetazione che fuoriesce dalle proprietà private ha un nome e cognome che tutti possono facilmente verificare, tranne gli addetti istituzionali , che poi intervengono puntualmente fuori tempo massimo, decespugliando con spese a carico della collettività .

Delle frane ancora giacenti sul percorso stradale e di quelle in lista d’attesa ci siamo dilungati in post passati .

Vorrei ora invitarla ad una onesta ed obiettiva riflessione su un argomento dallo scrivente sollevato in passato e sistematicamente disatteso.

Il sistema viario in questione é caratterizzato dalla ristrettezza della sede stradale, concepita quaranta anni fa, e da una serie infinita di curve che rendono impossibile il doppio senso di circolazione.

O si adotta sin da subito il senso unico o , soluzione corretta, si decide di allargare le curve di quel tanto da rendere più sicura la circolazione.

Bastano pochi metri quadrati da espropriare per ogni curva e la volontà di procedere in questa direzione.

Queste iniziative vanno prese subito e poste in essere in tempi rapidissimi. Se non si programma , tutto diventa emergenza.

Sperando in un riscontro e in un intervento del Comune per la sicurezza sul tracciato Pianogreca Monte, invio cordiali saluti .

Dr. Giovanni Iacolino