Coronavirus e sospensione dei mutui : chi ne ha diritto e cosa fare

di Livio Ranzino (Consulente)

Sulla base di quanto previsto dal Decreto “cura italia” il valore nozionale del mutuo concesso non deve superare i 250 mila euro e deve essere finalizzato all’acquisto prima casa. Inoltre, come riferisce la CONSAP, il mutuo deve essere in ammortamento da almeno un anno, cioe’ devono essere state pagate già 12 rate. Hanno diritto alla richiesta tutti i dipendenti che hanno subito uno stop dell’attività per almeno 30 giorni o una riduzione dell’orario di lavoro pari almeno al 20%. Il diritto alla richiesta spetta anche ai liberi professionisti ed autonomi che abbiano subito una riduzione del fatturato, pari a non meno del 33% rispetto all’ultimo trimestre del 2019.


La durata della sospensione non potrà essere superiore ai 18 mesi.
Questo e’ quanto normato, ma quale è la reale situazione, come le banche stanno procedendo?.
Molti mutuatari, titolari, cioe’ del mutuo, lamentano che le banche stanno continuando a trattenere la rata, specialmente quando l’addebito periodico avviene in automatico dal conto corrente, pur rientrando tra le categorie aventi diritto alla sospensione.
Vi faccio presente che le banche NON PROCEDONO DI DEFAULT, IN AUTONOMIA, OCCORRE FARE ISTANZA!!
Sulla scorta delle notizie raccolte sui vari siti istituzionali degli istituti di credito e anche per conoscenza diretta, le iniziative adottate sono molto differenziate da istituto ad istituto. In ragione di cio’ il consiglio che posso dare è di sentire direttamente il servizio clienti della Vostra banca e chiedere quali azioni hanno attuato e quali procedure debbano essere poste in essere.Inoltre, qualora non siate soddisfatti del trattamento ricevuto o vi venga negata la sospensione, e voi riteniate di averne diritto, è NOTIZIA DI QUESTI GIORNI CHE LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE DI INCHIESTA SULLE BANCHE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI, Dr.ssa Carla Ruocco, ha reso noto, tramite l’Agenzia Adnkronos, che è stata attivata una casella di posta per segnalare le banche che rifiutano la sospensione dei mutui. La mail è com.banche@camera.it.

Nella speranza che quanto sopra possa essere di utilità, non posso che concludere con quanto, giornalmente leggo, sento e, soprattutto, condivido: #iorestacasa #alleEoliesivincedacasa