Stromboli, trabocco dal cratere e lava sulla costa

Continua dalla notte scorsa sullo Stromboli il trabocco lavico dalla terrazza craterica che raggiunge la linea di costa della Sciara del Fuoco. Il vulcano, nelle ultime settimane, ha già fatto registrare eventi simili .

“Come tipicamente accade durante un’attività di questo tipo, il flusso lavico è accompagnato da rotolamento di blocchi e piccole frane che generano nubi di polvere“, spiega il vulcanologo Borsi Bencke, all’Adn Kronos.

“In concomitanza della fenomenologia vulcanica si osserva un segnale sismico associabile ad eventi franosi dovuti al rotolamento di blocchi incandescenti lungo la Sciara del Fuoco”, dice l’Ingv.

Immagini sono state riprese dall’Ingv-Osservatorio Etneo di Catania dalla telecamera visiva a quota 400 metri sul lato nord della Sciara del Fuoco e da quella termica a Punta dei Corvi sul lato sud della Sciara del Fuoco.

Secondo gli esperti ed i dati rilevati, resta alto il livello di attività vulcanica dello ed è stata registrata anche una piccola anomalia termica dalle telecamere di sorveglianza. A renderlo noto è il Laboratorio di Geofisica sperimentale dell’Università di Firenze che opera sullo Stromboli.