Scuola Filicudi, Pavone : ” indispensabile il tavolo di confronto ”

Nota di Bartolo Pavone , segretario provinciale Sinalp

Bartolo Pavone
Bartolo Pavone

Facendo riferimento alla nota prot. N. 7/15 del 24/01/2015 inviatami dal presidente e vicepresidente della circoscrizione di Filicudi-Alicudi e dopo aver letto attentamente le varie comunicazioni intercorse tra i rappresentanti della circoscrizione di Filicudi-Alicudi incaricati dai genitori degli alunni di scuola primaria e la dirigente dell’I.C. Lipari 1 prof.ssa Mirella Fanti, ho potuto rilevare alcune dichiarazioni non del tutto chiare e da verificare con carte alla mano.

Da personale qualificato ed esperto in materia, ritengo indispensabile l’istituzione di un tavolo di confronto tra i rappresentati della Circoscrizione di Filicudi-Alicudi e la preside Fanti , con il coinvolgimento dell’istituzioni preposte all’istruzione sul territorio. Le dichiarazioni o affermazioni oggetto di altri chiarimenti e che non mi hanno convinto sono:

1. Comunicazione anticipata dell’assenza di malattia da parte della collega di scuola primaria e la mancata nomina della supplente. Si specifica a riguardo: La malattia va comunicata nello stesso giorno come i permessi retribuiti e non anticipatamente, tranne le visite specialistiche. Motivo per cui, come da regolamento per le supplenze, la nomina dell’avente diritto andava fatta obbligatoriamente tramite scorrimento della graduatoria d’istituto di scuola primaria, nello specifico ai precari che hanno chiesto di essere disponibili per accettare supplenze entro i dieci gg.

2. Un’altra dichiarazione che non mi convince del tutto è quella fatta dalla dirigente Fanti, quando afferma: la scuola primaria di Filicudi non è rimasta senza insegnanti, la docente d’inglese già assegnata alla classe dall’inizio dell’anno ha svolto lezioni di approfondimento su tutte le materie; non è stato interrotto alcun pubblico servizio, poiché gli alunni hanno fatto regolarmente lezioni con la “LORO” insegnante.

Se a quanto pare, la docente in questione è quella della scuola media che va ringraziata ed elogiata per aver avuto coraggio di assumersi delle responsabilità gratuite e rischiose in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, non capisco il suo utilizzo costante nella scuola primaria. Il Miur per ricoprire le restanti ore per il raggiungimento del ventisette settimanale ha assegnato un insegnante di religione con incarico annuale di due ore e un docente d’inglese di scuola primaria regolarmente retribuito per la copertura delle ulteriori tre ore. Cosa c’entra l’utilizzo della docente di scuola media in un altro ordine d’insegnamento quando in organico di diritto per la scuola primaria esiste già ?

Ecco, perché’ è necessario un tavolo di confronto con personale qualificato. Mettere a disposizione documenti, verbali, proposte per garantire il massimo dell’istruzione sono fondamentali per rendere l’ambiente scolastico più sereno e funzionale nell’interesse esclusivo per gli alunni.

Cordialmente.

Lipari 26/01/2015

Bartolo Pavone

Segr.Conf.Provinciale SINALP Messina