Filicudi: oggi il pontile delle polemiche e delle… strumentalizzazioni

la zona dove sarà collocato il pontile galleggiante
la zona dove sarà collocato il pontile galleggiante

Filicudi- Dovrebbe essere installato oggi il pontile galleggiante nella zona del porto, nonostante prese di posizione anche autorevoli e polemiche che vanno avanti dall’anno scorso contro, però, concessioni e autorizzazioni in possesso della ditta che ha avuto ragione anche in sede giudiziaria, di fronte ad un ricorso del Comune di Lipari. Sulla questione si registra una dichiarazione della presidente della circoscrizione Maria Grazia Bonica alla Gazzetta del Sud: ” Nessun amministratore coraggioso é stato capace di fermare lo scempio. Nessun consigliere comunale di maggioranza, al contrario di quelli dell’opposizione, ha ritenuto opportuno partecipare domenica all’assemblea popolare. Una assemblea da dove sono emerse le preoccupazioni di chi ama Filicudi e il suo habitat. La maggioranza vicina all’amministrazione non é stata neanche a guardare, ha ignorato la questione, è latitante”. Mi stupisce- ha dichiarato ancora Bonica- il silenzio, in tutto questo guazzabuglio, del filicudaro Pippo Santamaria, uomo fidato del Sindaco e figlio dell ex compianto presidente della Circoscrizione che al pontile aveva detto, per primo, di no. Non solo non si è mai visto ma, non mi risulta, che abbia sprecato una sola parola, in questa circostanza, per Filicudi. Non mi soddisfa né mi basta sapere, come ha scritto il sindaco nella nota che ha inviato al consigliere Lauria, che ho ragione, che la presa di posizione contro il pontile galleggiante a Filicudi porto è condivisibile. Voglio, vogliamo che il sindaco si faccia portavoce del nostro dissenso e chieda la revoca della concessione e che si impegni a tutelarci, per il futuro, da simili scempi”.

Ovviamente non è mancata la replica proprio del sindaco Giorgianni che, va ricordato, era stato invitato all’assemblea di domenica pomeriggio a Filicudi ( ma di sabato e con una email inviata al Comune). ” Per l’ennesima volta – ha scritto in una nota il Sindaco- la scrivente dimostra la partigianeria della quale è sempre capace. Cosa c’entra Pippo Santamaria “uomo fidato del Sindaco”? E sopratutto cosa c’entra scomodare Nino Santamaria, che la signora Bonica farebbe bene a non coinvolgere nelle questioni dei vivi? Cosa c’entrano la maggioranza e la minoranza soprattutto se si ricorda, cosa omessa dalla Signora Bonica, che se questa iniziativa e’ possibile si deve ad un parere espresso positivamente, non da questa maggioranza ma da una Amministrazione guidata in passato da un componente della stessa minoranza, che oggi partecipa con tanta soddisfazione del Presidente della Circoscrizione ad una riunione convocata all’ultimo minuto con inviti quantomeno fuori tempo. La signora Bonic- ha aggiunto il Sindaco- e’ capace di favorire divisioni dove pure sono state espresse condivisioni. Ho dichiarato la mia posizione non per fare contenta o soddisfare la Presidente. Lo ho fatto perché, ne sono convinto ed io sto operando, come fatto lo scorso anno per affermare le convinzioni dell’Amministrazione, ma lo faccio facendo il Sindaco nel rispetto della Legge non cercando “appigli legali” come in altra nota mi si chiede. Si sono espressi su questo tema Associazioni, Depurati, Ministri e Presidenti di Regione per una concessione che non è Comunale senza alcun esito risolutivo, ma alla signora Bonica non resta che dichiararsi insoddisfatta dell’operato del Sindaco. Io nonostante questo- ha concluso il primo cittadino- continuerò con le azioni che sono nel mio ruolo per ricercare la soluzione nella quale credo.