Art.1 e il problema del costone di Acquacalda

Lettera di Bartolo Pavone al consigliere Giovanni Busacca

Gentile Consigliere Busacca,

Con la presente nota, desidero evidenziare un fatto che mi sta a cuore e che da qualche tempo mi preoccupa tantissimo come cittadino eoliano e come membro dello stesso movimento di cui è legale rappresentante in consiglio comunale. Un po’ di tempo fa nella frazione di Acquacalda è successa una disgrazia naturale che avrebbe potuto avere conseguenze serie e pericolose per i cittadini della frazione. Una parte della strada è venuta giù lasciando increduli in tanti e per fortuna non ci sono state vittime.

Oggi a distanza di tanti anni nessuno ne parla più e a quanto pare le condizioni del costone lato mare in questo tempo, pare che ha aumentato il rischio di ricaduta. Addirittura, in altre zone il mare ha eroso molto la costa. Questa mia preoccupazione ha trovato fondamenta, quando qualche settimana fa, ho avuto il piacere di parlare con un cittadino residente ad Acquacalda che secondo lui, la mia riflessione potrebbe rappresentare un pericolo futuro. Pare che anche lui in tante occasioni ha parlato di questo problema senza nessun riscontro positivo in merito.

Le chiedo, cortesemente, di voler verificare a chi di competenza se, veramente, esistono elementi pericolosi per la sicurezza delle persone abitanti in quella zona e per tutti noi cittadini che spesso transitiamo in quel tratto di strada. Mi rivolgo a lei, perché sono convinto che il suo contributo da consigliere attento, professionale, responsabile, dello stesso movimento di cui faccio parte “ Art 1 “, possa dare un’immediata di risposta a questa mia nota. La ringrazio per la sua cortese attenzione e le porgo cordiali saluti.