Vulcano: soccorso degli ormeggiatori… con una sedia di plastica

vulcano foto cortese aliscafi 1Vulcano- Una gamba ingessata, l’altra con una fasciatura rigida: e’ stata sbarcata dall’aliscafo su una sedia di plastica, di quelle da esterno, prodotte dalla Coca Cola, per intenderci,  grazie all’aiuto di due ormeggiatori Pino Scoglio e Carmelo Genovese, e trasferita , a bordo di un taxi ( neanche di un’ ambulanza) in albergo.

E’ quanto accaduto ad una turista tedesca , ieri a Vulcano. Dopo una rovinosa caduta ha riportato la frattura di una gamba e delle lesioni all’altra. Si è reso necessario il trasferimento all’ospedale di Milazzo. Al ritorno sull’isola, l’inconveniente, causato dalla chiusura del porto, per i lavori in corso alla banchina che in ogni caso, per il posizionamento delle transenne,  avrebbero anche impedito l’accesso dell’ambulanza.

Per la cronaca, però, il mezzo del 118, non è intervenuto perchè non si trattava di un pronto soccorso. Ed a differenza di Lipari, nei pressi del porto, non c’è una sedia a rotelle per il trasferimento, sui mezzi marittimi in partenza, degli infortunati.