Un mare di cinema 2014 – Ieri al Centro Studi Cinema Territorio e Scuola

Comunicato

Un mare di cinema 2014 – Ieri al Centro Studi Cinema Territorio e Scuola

Si è svolto ieri nel giardino del Centro Studi l’incontro con il regista Alberto Bougleux, l’insegnante Teresa Perre e il Dirigente Scolastico Prof.ssa Mirella Fanti. Passione e impegno per il cinema e per l’insegnamento, nella particolare realtà delle Eolie, sono emersi dal racconto delle esperienze che hanno dato vita a Lapa TV, il progetto di formazione ai mestieri del cinema per le scuole elementari e medie delle isole più disagiate, in particolare Stromboli, Filicudi e Alicudi.

Dal 2004 il progetto di Lapa TV ha coinvolto le comunità eoliane nella realizzazione di brevi cortometraggi a tema libero che esplorano la realtà delle isole e delle “cartoline” di Lapa TV, videolettere inviate dai bambini a destinatari reali ed immaginari per parlare dei loro sogni e desideri. Si è fatta tanta strada, fino ad arrivare al 2014, dopo dieci anni di attività, con il documentario “L’ultimo giorno” di Alberto Bougleux, prodotto da ZaLab e dal Museo di Stromboli. Si racconta la vita quotidiana nella scuola di Alicudi, dei suoi pochissimi alunni e della maestra Teresa Perre che da Milano ha deciso di dedicare la sua vita all’isola e, con grande dedizione, all’insegnamento. E’ la storia di una missione educativa in un territorio simbolo di tutte le difficoltà della scuola italiana di frontiera, con il rischio di estinzione. Il Dirigente Scolastico Mirella Fanti, tuttavia, ha fatto notare che, nonostante gli ostacoli, la scuola di Alicudi non chiuderà grazie alla presenza di un piccolo gruppo di alunni della scuola primaria che verrà accompagnato dalla maestra Teresa Perre nel meraviglioso viaggio educativo. Nel raccontare la sua esperienza, Teresa Perre mette in luce anche gli aspetti più difficili di questa sua missione, perché “la bellezza del paesaggio non supplisce la mancanza di stimoli e di scambi”. Diventa così necessario svincolarsi dall’idea di una scuola tradizionale, tra banchi e libri, ma considerare il luogo di formazione con una finestra aperta sul mondo. In un ambiente così estremo la scuola non può limitarsi al trasferimento di conoscenze teoriche, ma deve far vivere un’esperienza globale che riguarda anche la vita quotidiana, coinvolgendo le famiglie degli alunni. Si sente, quindi la necessità di un piccolo museo della memoria, con la funzione di riportare la storia dell’isola e dei suoi abitanti, come tracce scolpite nelle pietre di Alicudi. Dopo gli interventi sono state proposte le proiezioni dei progetti di LapaTV e di documentari, reportage e Super8 amatoriali raccolti e conservati nel Museo del Cinema di Stromboli, nato nel 2009 come spazio virtuale e contenitore multimediale attivo ma che oggi , grazie al sostegno dell’Istituto Scolastico Comprensivo Salina e il contributo della Regione Sicilia, ha la sua sala di esposizione di archivi audiovisivi eoliani presso la scuola di Stromboli. La serata si è conclusa con le proiezioni dei seguenti corti finalisti del concorso Eolie in Video: “El retratista” di Alberto Bougleux, “Niente” di Alessandro Porzio, “Voglio essere libero” di Giovanni De Pasquale e “Zeroper – Rimettersi in gioco” di Francesco Russo. Per ulteriori informazioni: 090 9812987- centrostudieolie@gmail.com – www.centrostudieolie.it

Silvia Campantico

Lipari, 17 luglio 2014 Centro Studi Eoliano