Tusa e il porto romano di Lipari

Il ricordo di Maurizio Turcarelli

In una intervista del 2014 ciò che il prof. Sebastiano Tusa, scopritore nel 2007 del porto romano, Sottomonastero, aveva in mente per la fruizione del sito.

Oggi, giorno della sua scomparsa lo ricorda anche il liparese Maurizio Turcarelli che, nel 2007 , con le sue segnalazioni, a Marina corta, durante gli scavi per la realizzazione del prolungamento del porto si accorse cosa nascondevano ancora i nostri fondali. La nota che ci ha inviato:

Caro Direttore,
Apprendo con tristezza sconforto e dolore della scomparsa prematura dell’assessore Tusa.
Sgomento che turba tutto il mondo dell’archeologia, tristezza che colpisce tutta la Sicilia e non solo, per la perdita di un uomo simbolo.  Ancor prima del ruolo apicale che ricopriva, si associava alla Sovrintendenza del Mare il nome di Sebastiano Tusa.

Sebastiano, grazie per le parole espresse nei miei confronti in occasione del ritrovamento a Lipari del antico porto Romano, grazie per il conforto dopo il ritrovamento, grazie per la lettera di Encomio.
Il sorriso riuscii a strapparlo anche a te; ” io la Guardia Giurata faccio non sono studiato “

Spero che il Museo Archeologico Eoliano possa darti il giusto tributo.
Personalmente costudiro’ gelosamente il ricordo di una persona colta intelligente capace ma anche umile.

CIAO Dott. Tusa

 

Morte Tusa, Musumeci : “indimenticabile protagonista delle migliori politiche culturali dell’Isola”

Aereo caduto in Etiopia, tra gli italiani anche l’assessore regionale Tusa