Porto turistico Rinella, Sauerborn : ancora lo spettro della speculazione

di Roberto Sauerborn

Roberto Sauerborn
Roberto Sauerborn

Ancora, come tanti anni fa, lo spettro della speculazione sulle isole Eolie.

La proposta del porto a Leni è frutto di una politica miope e ancorata a modelli di sviluppo anacronistici e figli della cultura del cemento. Le Eolie andrebbero commissariate a partire da Lipari che è il pivot di uno scempio ambientale e culturale senza precedenti.
Facciamo appello sia al governo nazionale per l’immediata ripresa del processo di avvio del Parco Nazionale il cui fermo è probabilmente frutto di interessi speculativi mordi e fuggi, come a quello regionale perché le Eolie rimangano patrimonio del mondo.

A tale proposito, sottoscrivo quanto ha anche dichiarato il prof. Aurelio Angelini, direttore della Fondazione UNESCO Sicilia, che si tratta di “Un opera controproducente, inutile e dannosa”.
Auspico che il buon senso e lo spirito degli abitanti e amanti delle isole prevalga.

È inconcepibile che ancora oggi si debbano fare le barricate contro l’ignoranza amministrativa, contro gli approfittatori e apprendisti stregoni di governo.

Faccio appello a tutte le forze sane per un sit-in davanti alle sedi istituzionali competenti preannunciando forme di protesta civile, fianco lo sciopero della fame, ove tale progetto non venga ritirato.
Le Eolie meritano altro che questo!