I sindaci delle isole minori chiedono controlli sanitari nei porti, appello a Musumeci

«Presidi sanitari in tutti i porti per raggiungere le Eolie: da Napoli a Reggio Calabria, da Messina, Milazzo a Palermo». La richiesta è stata fatta dai sindaci di Malfa Clara Rametta e di Lipari Marco Giorgianni.

«Nelle nostre isole – ha detto Giorgianni – dobbiamo avere la garanzia che i turisti che sbarcheranno non siano contagiati. In oltre due mesi la nostra gente ha fatto dei sacrifici non indifferenti accogliendo i nostri appelli quotidiani e quindi occorrerà fare di tutto per evitare che il nostro Arcipelago sia compromesso». Rametta ha lanciato un appello a Conte e Musumeci «gli aiuti di Stato e Regionali occorrono subito. Qui alle Eolie ci saranno parecchie aziende che rischiano di non aprire. E questi tre mesi di lavoro saranno decisivi e soprattutto non si dovranno perdere».

Anche Giorgianni si augura che le richieste fatte dai quattro Comuni eoliani e anche dai comitati sorti, da albergatori, operatori turistici ed esercenti, siano accolte. «In più – aggiunge – occorrono anche alcune deroghe. Da ora in avanti ci impegneremo a dare lavoro alla gente del posto per dare ossigeno alla nostra economica. Ma nel caso degli appalti occorrono delle deroghe, perchè le ditte eoliane non hanno spazio. Al limite, le ditte che si aggiudicheranno gli appalti dovranno impiegare manodopera locale». 

I sindaci Pantelleria, Ustica, Favignana, Lampedusa, Lipari, Leni, Malfa, Santa Marina Salina hanno scritto al presidente della Regione Musumeci :

Conosciamo la Sua grande attenzione e quella del Suo Governo per le Isole minori. Abbiamo apprezzato oltre ad averla eseguita nel miglior modo possibile, la gestione dell’emergenza sanitaria in Sicilia.
Anche grazie a queste misure ed alla grande responsabilità dei nostri concittadini le nostre, ad oggi, non hanno avuto nella quasi totalità nessun caso riscontrato positivo al covid19.

Siamo però profondamente preoccupati perché ad oggi non riscontriamo sia nella finanziaria regionale che nelle strategie turistiche ed economiche di ripresa e di rilancio, interventi importanti per cercare di arginare il dramma socio/economico che sta investendo le nostre comunità adesso e in prospettiva quello ancora più grave che le investirà nei prossimi mesi subito dopo il periodo estivo.

Le nostre isole, e tutto l’indotto diretto ed indiretto, vivono di un turismo che si concentra nei pochi mesi estivi e terminata la stagione poi occorrerà attendere altri otto/nove mesi per ritrovare opportunità di lavoro.

L’incertezza che viviamo giustamente legata all’emergenza sanitaria che sembra non allontanarsi definitivamente, sta portando molti operatori turistici, così come da ultimo l’allarme lanciato da Federalberghi Isole Minori della Sicilia a decidere di non aprire le loro strutture e quindi non avviare
le manutenzioni, fare promozione ed assumere di conseguenza il personale.

Di giorno in giorno aumenta lo sconforto da parte soprattutto dei tanti giovani e di tante famiglie che trovavano nel lavoro stagionale l’unico modo di rimanere a vivere nelle nostre meravigliose seppur disagiate isole.
E se nei prossimi mesi estivi queste persone non dovessero trovare occupazione, senza interventi sostitutivi di aiuto, ci ritroveremmo ad affrontare una crisi sociale ed economica mai vista in precedenza.

Crediamo sia indispensabile, nella straordinarietà del momento, affrontare la particolarità e marginalità territoriale delle nostre isole con interventi mirati per gli operatori turistici e per la finanza locale oltre a quelli già avviati per gli aspetti sanitari e per i trasporti.

Siamo pienamente convinti che il Governo della Regione Siciliana, come ha dimostrato altre volte, ascolterà il nostro appello e continuerà a lavorare affinché nessuno possa rimanere indietro.

Le chiediamo un incontro urgente per trovare tutte le migliori soluzioni per le nostre isole.
Certi, come sempre, di un Suo riscontro, inviamo i nostri più cordiali saluti.

8 Maggio 2020


Pantelleria, Ustica, Favignana, Lampedusa, Lipari, Leni, Malfa, Santa Marina Salina