Guida all’abbronzatura: come farlo rapidamente e senza rischi per la pelle

L’arrivo della stagione calda porta immediatamente il pensiero verso le giornate di sole da trascorrere in spiaggia, abbronzandosi e concedendosi di tanto in tanto un bagno refrigerante. Abitudini che, quest’anno, dovranno fare i conti con il coronavirus e con le contromisure sanitarie da prendere per supportare la lotta al Covid-19.
Pensare a trascorrere giornate piacevoli abbronzando il proprio corpo: a patto naturalmente di non assumere rischi elevati a carico della pelle, visto che esposizioni elevate e senza adeguate protezioni possono rivelarsi dannose.

Necessario proteggere la pelle

I primi giorni di esposizione al sole sono quelli più pericolosi in assoluto. In particolare nei primi tre o quattro sarebbe necessario prendere in considerazione l’adozione di un filtro solare adeguato capace di difendere la pelle dalla possibilità di eritemi.
Un efficace aiuto in tal senso può essere rappresentato dagli integratori, in grado di favorire la produzione di melanina e, contemporaneamente, ridurre i danni che potrebbero essere causati dai radicali liberi. Andrebbero assunti una decina di giorni prima dell’esposizione del corpo al sole, per aiutarlo ad assorbire i principi attivi. Di converso, occorre evitare di usare lozioni o olii troppo ricchi nei giorni precedenti l’abbronzatura, in quanto possono arrivare a formare una vera e propria barriera sulla pelle.

L’importanza dell’idratazione

Un secondo fattore importante per la protezione della pelle è rappresentato dall’idratazione. Occorre bere non meno di due litri di acqua al giorno aiutando il corpo ad eliminare le tossine, riequilibrare i sali minerali persi durante l’esposizione ed aiutare la pelle a restare liscia ed elastica.
Da ricordare che l’idratazione non viene aiutata solo dall’acqua, ma anche dall’assunzione di frutta e verdura, alimenti in grado di stimolare la produzione di melanina. In particolare la frutta e verdura gialla, arancione e rossa, ricca di vitamina A, C, B2 (e betacarotene) ed E.

Evitare il lettino solare

Fin qui alcuni accorgimenti per abbronzarsi più velocemente e senza eccessivi rischi per la nostra epidermide; a questi suggerimenti va aggiunta poi la necessità di restare lontani dai lettini solari. Considerati alla stregua di una soluzione per anticipare o accelerare l’abbronzatura, da tempo sono indicati dagli esperti per essere portatori di diverse problematiche.
Si parla in particolare del notevole contributo che possono dare all’invecchiamento precoce della pelle; e, fattore ancor più grave del potenziale ruolo che possono avere nel palesarsi di tumori alla pelle. A questo riguardo l’uso del lettino solare viene associato al carcinoma basocelluare o basalioma, il tipo di tumore più frequente per i patiti dell’abbronzatura intensiva. ( Pubbliredazionale)