Fermi al palo

di Daniele Corrieri

peter-pan160Che succede alla politica eoliana? Partiamo da un dato di fatto: l’unità non esiste in nessuno dei partiti o dei movimenti che ci rappresentano in Consiglio. Sulla carta il PD sembra ricompattato e ben saldo dopo la nomina del nuovo assessore Centurrino. Ma, proprio quando ci sono segni di compattezza, mi si accendono lampadine in ogni dove. Staremo a vedere cosa succede nel breve periodo, massimo due mesi e se lo dico avrò i miei motivi.

E che dire dell’area UDC ? Anch’essa sembra ricompattarsi e incomincia a dare segni di presenza più costante in Consiglio; di fatto, però, solo cortine fumogene e alzate di mano… salvo che ci stupiscano con effetti speciali. Ma ho i miei dubbi.

Anche l’area civica capitanata dal Presidente del Consiglio non si distingue. E si sono perse le tracce di Antonella Caccetta eguagliata dal collega Rifici, di Vulcano, area UDC. Mannaggia a sto mare che ci separa…..chissà cosa ne pensano gli abitanti di Stromboli e Vulcano.

E che dire del gruppo misto o meglio della coppia di maggioranza Ugo Bertè e Nuccio Russo? Anche loro , eccezion fatta per lo spot , finora soltanto “ intimidatorio” sulla tassa di soggiorno latitano e per coincidenza ogniqualvolta che l’Amministrazione deve cambiare uomini, magicamente, uno di loro appare sui media con interviste varie e critiche di ogni genere . Alla fine, ovviamente, “ vuciate“ e show consiliari volano via col vento.

E i nostri Assessori come stanno? Davide Starvaggi è in ostaggio dell’Expo e anche lui vive di sogni relativamente al via libera sull’aumento della tassa di sbarco a € 2,50; addirittura si vocifera che quest’aumento dovrebbe passare entro fine aprile…(io lo escludo).

L’Assessore Giovanni Sardella, fatta l’isola pedonale , deve fare i conti, un pò come tutti con la reale produttività degli uffici e degli operai che gli mettono a disposizione.

L’assessore Orto, fiero di aver portato a casa, nonostante le difficoltà, parecchi arretrati di tassa di sbarco, e contento di aver portato in porto il piano economico finanziario, convive, giustamente, con l’ansia da prestazioni del dissalatore anche perché non si capisce se il nuovo impianto può realmente affrancarci dalle navi cisterna, sperando che non scoppino le fogne…;

L’ultima arrivata , l’assessore Centurrino , ( speriamo che duri) comincia a fare i conti con le priorità da svolgere e progettare ma ha necessariamente bisogno degli amici del PD “chioccia”….speriamo che la valorizzino…

Ops… mi ero dimenticato del Sindaco. Punta ancora tutto, dopo tre anni, sulla tassa di sbarco. Che dire…che Dio l’aiuti.

Rassegnamoci, comunque. Siamo in balia della burocrazia e del faremo… senza mai sapere cosa faranno.

E comunque non lamentatevi perché loro dicono: siamo un bel Comune senza dissesto, gestione attenta e con poche tasse.

E’ vero amici, ma così siamo fermi e speriamo che prima o poi ve ne accorgiate.

Ps.

I consiglieri di minoranza non li nomino perché per me sono solo comparse nel teatrino di questa politica. ” Cui prodest ? ”