Disservizi marittimi, Lo Schiavo: Regione ascolti comuni per itinerari orari

COMUNICATO STAMPA

Nonostante la stagione estiva iniziata, i disservizi registrati nei servizi marittimi eoliani non tendono ad esaurirsi. L’intero sistema dei trasporti marittimi sembra non soddisfare più le esigenze che nascono dai territori e per i quali sono stati istituiti, al fine di garantire la continuità territoriale, ma anche e soprattutto lo sviluppo turistico ed economico delle Isole Minori.

Il nuovo assetto di itinerari ed orari dei servizi integrativi non soddisfa affatto le esigenze dell’isola di Salina, e di questo Comune in particolare, come numerose volte comunicato al competente Assessorato sia in fase di predisposizione dei bandi di gara, sia ad appalto affidato. Ma la situazione non è mutata affatto.

“Siamo veramente stanchi di subire le scelte calate dall’alto da parte dell’Assessorato e del Dipartimento delle Infrastrutture, che elaborano bandi di gara e orari senza tenere in minima considerazione le esigenze dei Sindaci, e quindi dei territori” dichiara il Sindaco di Santa Marina Salina, Massimo Lo Schiavo “per poi trovarci nell’impossibilità fisica di non potere utilizzare le corse predisposte d’ufficio dall’Assessorato”.

La situazione dei collegamenti da Salina verso la terra ferma, infatti, con il nuovo assetto di orari dei servzii integrativi è peggiorato, provocando disagi e danni di immagine ed economico all’intero territorio: anticipazioni di orari non giustificati (in estate da Salina per Messina alle ore 05.30 anziché alle 06.00) che rendono le stesse corse inutili agli occhi dell’utenza; scali non previsti nel periodo invernale ma effettuati ugualmente; mancanza di adeguati tempi per effettuare i cambi di mezzi veloci che non permettono all’utenza di poter viaggiare( sulla carta da Salina alle 09.50 è prevista una partenza per Messina, Reggio Calabria, Milazzo che è impossibile utilizzare perché addirittura i sistemi non ne consentono la bigliettazione) sono tutti problemi più volti portati all’attenzione degli organi competenti. i quali non hanno provveduto mai a rispondere.

“Ci ritroviamo ancora una volta un sistema di trasporti marittimi calato dall’alto continua il Sindaco Lo Schiavo “ penalizzato dalla burocrazia e dalle scelte operate senza tenere in conto le esigenze delle Isole. Tutti i trasporti marittimi devono essere funzionali alle Isole altrimenti sono inutili. Invece dobbiamo subire le scelte della Regione Siciliana, che in alcuni casi applica alla lettera le convenzioni di trasporto vecchie e non rispondenti più alle condizioni attuali, mentre nel fare i propri bandi deroga completamente ai medesimi criteri”.

Il Sindaco Lo Schiavo, ha più volte chiesto di rivedere la convenzione della Compagnia delle Isole, al fine di renderla più efficiente con le indicazioni provenienti dalle Amministrazioni Comunali, così come ha chiesto all’assessorato delle Infrastrutture di ascoltare e fare proprie le esigenze dei Comuni nel predisporre i servizi integrativi.

Il Sindaco Lo Schiavo, in attesa di ricevere riscontro per un incontro con il nuovo Assessore Regionale alla mobilità, si augura che in tempi brevi questi disservizi possano essere risolti.