Avis e locali vincolanti per uso autoemoteca, l’Amministrazione : bisogna attendere regolamento per uso beni immobili

Comune di Lipari, rilascio CIE su prenotazione dal 1° febbraio

(Comunicato) Si risponde al comunicato stampa di AVIS – Lipari pubblicato in data di ieri 20 aprile dal titolo “Sembra che l’Amministrazione Comunale abbia abbandonato il progetto e l’autoemoteca rischia di fare la fine del motoscafo dei servizi ambientali.”, che ci sorprende nelle affermazioni riportate quanto nei toni, e su cui è necessario riportare correttamente lo stato dei fatti.

Questa Amministrazione con assoluta convinzione e impegno ha concorso in modo determinante all’acquisizione dell’autoemoteca, con uno stanziamento a carico del bilancio Comunale di circa 50mila euro.

Solo in un momento successivo l’associazione AVIS ha rappresentato la necessità di ricevere locali in concessione vincolanti alla attivazione del servizio, locali che “possono” essere reperiti dal Comune (certamente non si tratta di un obbligo) compatibilmente con le disponibilità di immobili o aree in possesso.

È sicuramente vero che ci sono state numerose richieste e solleciti da parte di AVIS, anche per le vie brevi, a cui si è sempre tuttavia risposto – sempre per le vie brevi – che, indipendentemente dalla volontà dell’Amministrazione, ai fini della giusta concessione di locali o spazi pubblici era necessario attendere l’adozione del Regolamento per l’uso dei beni immobili di proprietà del Comune di Lipari.

Il Regolamento, la cui proposta di Deliberazione è stata formulata dal competente ufficio, è al vaglio del Consiglio Comunale e, una volta che sarà definitivamente adottato, sarà dato il giusto corso all’istanza di AVIS e di tutte quelle altre organizzazioni e associazioni che hanno richiesto la concessione di locali o immobili comunali o il rinnovo delle attuali convenzioni e che si trovano in regime di proroga.

                                                                                               L’Amministrazione Comunale