Musumeci ora insiste sul rispetto di un protocollo di sicurezza

La Sicilia intende riaprire da giorno 8 giugno ma con prudenza

Ordinanza di Musumeci : chi in Sicilia dal 14 marzo in quarantena obbligatoria, tamponi per personale sanitario

Ormai certo che fino al 7 giugno ( come da ordinanza in vigore) la Sicilia sarà ancora chiusa agli ingressi dal resto d’Italia, e quindi anche dalle regioni più a rischio, il governatore Musumeci ​accantona la questione “passaporto sanitario” perchè non vi possono essere patenti d’immunità e sollecita il rispetto di un protocollo di sicurezza. E’ quanto riporta l’Agi in un articolo di Antonio Mercurio.

“Vorremmo- ha dichiarato il Governatore- che le linee generali fossero date dallo Stato che incontreremo nella conferenza delle Regioni per indicare una linea omogenea. Perché la mobilità interregionale non può essere a macchia di leopardo ma deve essere un atto dello Stato”.

Per una data probabilmente si dovrà attendere “fino al 3 giugno”, ipotizza il governatore, “però, fino ad allora, vige l’ordinanza che autorizza solo la mobilità all’interno della Sicilia, in vigore fino al 7 giugno. Probabilmente decideremo nei prossimi giorni, dopo la conferenza Stato-regioni. Se non ci sarà aumento di contagi da coronavirus noi saremo nelle condizioni di approntare la mobilità interregionale”.

Bozza automatica 101
Annuncio creato il 5 Marzo 2021 18:01