Marevivo porta i ” Delfini guardiani ” di Vulcano a circumnavigare l’isola

unnamed

Marevivo continua il percorso di sensibilizzazione all’ambiente degli scolari eoliani

Vedere la propria isola finalmente dalla prospettiva del mare aperto piuttosto che osservarla dalla terraferma. E’ questa l’esperienza di oggi dei futuri “delfini guardiani” dell’istituto comprensivo Lipari del plesso di Vulcano, dirigente scolastico Renato Candia, che stamattina hanno preso il largo per circumnavigare la propria isola.

A bordo della motonave “Principessa”, gli studenti che stanno partecipando al percorso didattico di Marevivo hanno osservato le rocce inespugnabili e la loro conformazione, hanno potuto approfondire l’origine vulcanica dell’isola e trovato le risposte anche a piccole grandi curiosità, come quella suscitata nei bambini dalla presenza di numerose capre che pascolano allo stato brado e che poi, nelle prossime settimane, saranno recuperate dai pastori. La Grotta del Cavallo, la spiaggia dell’Asino, la piscina di Venere e Vulcanello, le sorgenti termali sono state le principali tappe della giornata.

Il comandante della motonave ha anche illustrato ai ragazzi il funzionamento della plancia e dei sistemi di segnalazione e sicurezza.

Prima di imbarcarsi, però, gli operatori hanno mostrato agli studenti come si possono scoprire i segreti della vita del mare semplicemente con l’osservazione attenta della spiaggia e del materiale spiaggiato: posidonia, alghe, ma anche frammenti di rocce sulfuree, pomice e ossidiana sono passati sotto la lente di ingrandimento degli aspiranti “delfini guardiani”.

Obiettivo del percorso didattico – portato avanti grazie alla collaborazione e all’impegno dei docenti e dei dirigenti scolastici degli istituti comprensivi di Lipari e Lipari 1 coinvolti nel progetto – è contribuire a sensibilizzare i giovani nei confronti delle problematiche ambientali, trasmettendo agli studenti la bellezza ed il valore del loro territorio sia dal punto di vista naturalistico che da quello storico ed archeologico.

Il progetto di Marevivo e MSC è realizzato anche grazie al sostegno della Fondazione AIPF “Aeolian Islands Preservation Fund”, di Mari del Sud Resort & Village di Vulcano, della Fondazione Barbaro, diFederalberghi Isole Eolie, di Ustica Lines e di Siremar. L’iniziativa, che coinvolge circa 450 studenti degli arcipelaghi delle Eolie e delle Egadi, gode del patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Federparchi, dei Comuni di Lipari, Leni, Malfa, Santa Marina Salina, Favignana e dell’Area Marina Protetta Isole Egadi.