Eolie, reti anti-meduse: manca solo l’autorizzazione della Regione

Saranno installate a Porticello, Canneto e Vulcano

Lipari- Come accade spesso sono le procedure burocratiche a rallentare, in generale, la realizzazione di progetti. Per quanto riguarda il progetto europeo Med-Jellyrisk che prevede anche alle Eolie la collocazione di reti anti-meduse per mitigare gli impatti socio-economici e l’installazione di pannelli informativi occorre soltanto il rilascio dell’autorizzazione da parte dell’Assessorato Territorio e Ambiente Regione Sicilia, Servizio V – Demanio Marittimo e della Capitaneria di Porto.

Ciò emerge dal verbale della conferenza di servizi svoltasi lo scorso 27 giugno all’Arta Sicilia , servizio V alla presenza tra gli altri del dirigente Salvatore Di Martino. Le domande di autorizzazione dovranno essere formulate da ciascuno degli Enti aderenti al Protocollo di Intesa del Progetto MED-JELLYRISK, presso cui saranno installati pannelli e reti antimeduse ( alle Eolie sono i comuni di Lipari e Santa Marina Salina).

Le reti sono pronte: una verrà installata a Porticello, due a Canneto e una a Vulcano. Si spera entro luglio.