Eoliani dallo “sguardo blindato”

di Giovanni Rosa

giovannimelarosa160Tra un acciacco e l’altro vedo di rimuovere la “ritrosia” che mi coglie in questi tempi di estremo disagio sociale e politico per stilare alcune note.

Giustizia, economia, politica, sanità…vedono multiformi espressioni di critica o di consenso sulla falsariga di trasmissioni televisive e informazioni giornalistiche senza senso. O almeno un senso lo hanno, quello di falsificare e strumentalizzare ciò che secondo logica dovrebbe essere la esatta interpretazione.

Stamina…ci sono scienziati che studiano e curano con le cellule staminali, niente a vedere con quanto proposto dalla fondazione stamina sotto indagine della Procura di Torino.

Complimenti al giornalista che in una trasmissione di rai 3 ha dato una esatta spiegazione dei pericoli del metodo e della famiglia che ne ha subito i danni; ciononostante ancora molte persone ignorano il problema e dimenticano che ci vogliono anni di studio per comprendere la malattia e la possibilità di cura.

Purtroppo la gestione non è affidata a persone che hanno dedicato la loro vita allo studio ma riservata a “salotti” di potere….non ultimo la “defenestrazione” di qualche Direttore Generale locale!!!

Tanto per rimanere in casa, a Lipari e Vulcano è iniziato il “consumo” di quel Patrimonio di una Umanità allo sbando. Per Vulcano lo scempio è soltanto all’inizio mentre per Lipari fanno testo le foto gentilmente offerte all’inclito popolo da parte di alcuni ottimi e onesti osservatori. Rimane da chiedere a chi di competenza come mai tanto sollecito per tali opere mentre non vi sia una fossa per sotterrare una “crozza” locale…(ampliamento cimitero).

Caro Corrieri…inutile…vediamo di sopravvivere intanto…tranquillo…non ci piove…risposta…” a nuddu”

Per problemi di salute dovuti in massima parte a turbe esistenziali isolane mi sono curato con qualche abbraccio con la gente delle Marche e della Toscana e ho ricavato che la patologia delle isole ha un riferimento in una forma patologica sociale che definisco di “sguardo blindato” il metodo di non riconoscere chi ti capita di incontrare…per strada o in qualsiasi luogo che condividi….una forma di isolamento che uccide la logica del confronto dialettico e ti costringe a fare i cavoli tuoi..

Il motivo per cui mi resta difficile anche riportare su carta i miei pensieri..