Consiglio comunale in presenza domani, revocato per il 26

Debiti fuori bilancio non più rinviabili

OGGETTO: Conferma convocazione Consiglio Comunale del 22 ottobre 2020 – Revoca convocazione Consiglio Comunale del 26 ottobre 2020.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Visto il DPCM 18 ottobre 2020, le cui disposizioni si applicano dal 19 ottobre al 13 novembre p.v., il quale prevede all’art. 1 comma 1, lett d) 5) che nell’ambito delle Pubbliche Amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni;

Viste le convocazione dei prossimi Consigli Comunali, effettuate prima dell’entrata in vigore del predetto DPCM, previste per il 22 e 26 ottobre 2020;

Considerato che non propria nota pec del 20/10/2020, indirizzata al Segretario Generale, al Responsabile del Centro Elaborazioni Dati e ai Capigruppo Consiliari, si richiedeva la predisposizione di una bozza e il relativo decreto di approvazione per lo svolgimento del consiglio Comunale in modalità “videoconferenza”, nonchè di definire insieme al sottoscritto la piattaforma on-line da utilizzare al fine di consentire anche la trasmissione dei lavori in diretta streaming.

Vista la successiva nota di riscontro da parte del Segretario Generale, prot. n. 15349 del 21/10/2020, che si allega alla presente, con la quale nel fornire dettagliatamente un esplicazione di quanto previsto dal predetto DPCM e dalle precedenti disposizioni in materia assunte nel periodo emergenziale, fornisce un parere sulla possibilità di svolgimento in modalità telematica a distanza dei Consigli Comunali già convocati per i giorni 22 e 26 ottobre 2020 e per il quale se ne riporta il testo:

“…le sedute di Consiglio Comunale già convocate “in presenza” per i giorni del 22 e del 26 ottobre (al di là dei tempi ristrettissimi per l’attivazione della piattaforma) non possono essere commutate in “sedute telematiche a distanza”, necessitando a tal fine nuova convocazione ah hoc che contempli tale modalità di svolgimento della seduta, con indicazione nell’avviso di convocazione delle credenziali e delle modalità di accesso al programma utilizzato e al sistema telematico di collegamento alla videoconferenza, e necessitando, ovviamente, la previa notificazione ai Consiglieri Comunali dei criteri regolamentari di funzionamento del Consiglio con modalità a distanza, una volta adottati dalla S.S.”.

Considerato che nella predetta nota viene ribadita la prerogativa del Presidente del Consiglio Comunale, con riferimento specifico alle due sedute consiliari già convocate per il 22 ottobre p.v. e per il 26 ottobre p.v., di valutare se sussistano le “motivate ragioni” per lo svolgimento in presenza del Consiglio Comunale in linea con quanto previsto dal DPCM 18 ottobre 2020 ;

Considerata l’impossibilità, per i motivi esposti dal Segretario Generale, di svolgere il Consiglio Comunale in “modalità telematica a distanza” già per le sedute convocate nei giorni 22 e 26 ottobre 2020;

Ritenuto, tuttavia, sussistere le motivate ragioni per lo svolgimento in presenza della sessione di Consiglio Comunale prevista per il 22 ottobre 2020 in quanto la mancata approvazione o il rinvio ulteriore degli argomenti inseriti nell’elenco degli affari e concernenti l’approvazione dei debiti fuori bilancio potrebbe causare un danno erariale certo per l’Ente.
Ritenuto, invece, visti gli argomenti inseriti nell’elenco degli affari e per il quale la mancata approvazione non comporta alcun danno erariale o nocumento per l’Ente, non sussistere le motivate ragioni per lo svolgimento in presenza del Consiglio Comunale previsto per i prossimo 26 ottobre 2020;

DISPONE

Per le motivazioni espresse in premessa, che si richiamano integralmente,

Di confermare la convocazione del Consiglio Comunale per il 22 ottobre 2020 (nota prot. n. 15167 del 16/10/2020);

Di revocare la convocazione del Consiglio Comunale per il prossimo 26 ottobre 2020 (nota prot. n. 15166 del 16/10/2020).

Il Presidente del Consiglio Comunale
                                                                                 Dott. Giacomo Biviano