Area pomicifera: Federalberghi ricorda di utilizzare indicazioni già fornite

cave pomice mare

Lipari- Nota del presidente di Federalberghi Eolie al Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, all’Esperto del Sindaco, Dott. Angelo Sidoti, al Dirigente del III Settore, Arch. Mirko Ficarra e p.c. Associazione Pomice e Ossidiana, Dott. Domenico Russo; DottEolie, Ing. Gaetano Merlino; Legambiente Circolo Eolie-Lipari, Dott. Giuseppe La Greca;

8 dicembre 2015

Oggetto: nomina collaboratore volontario esterno del sindaco per attività “tese allo sviluppo e alla gestione dell’Accordo per la realizzazione del programma di riqualificazione e recupero sostenibile delle aree di cava site nell’Isola di Lipari”.

Gent.mo Sig. Sindaco,

apprendiamo con interesse della volontà di dar seguito a quanto anticipato il 30 settembre – nel corso della tavola rotonda che era seguita alla commemorazione del Prof. Cabianca – con riferimento alla necessità di attivare un programma di riqualificazione dell’ex area di cava di Porticello–Acquacalda.

Ciò premesso, con la presente evidenziamo l’opportunità di riprendere il lavoro consegnato in data 1 gennaio 2015 “Proposta di pianificazione dell’area pomicifera di Porticello-Acquacalda”, redatto dalle associazioni che ci leggono in copia nell’ambito del tavolo tecnico coordinato dall’allora consulente volontario, Alessandro La Cava. Si ritiene che tale documento possa rappresentare un’utile base di partenza per il successivo sviluppo di un piano di riconversione dell’area.

Inoltre, come avevamo modo di suggerire il 17 novembre, nell’ambito del suddetto tavolo tecnico: vista l’importanza del sito in questione, si ritiene opportuno avviare una procedura che consenta un confronto esterno, anche attraverso un concorso d’idee di livello internazionale che individui un team di esperti multidisciplinare in grado di formulare una proposta progettuale tale da garantire la sostenibilità economica, sociale ed ambientale dell’area in questione, nel rispetto del più ampio contesto in cui si colloca.

Nell’augurarci che il Dott. Sidoti, possa garantire un livello di partecipazione ampio ma strutturato all’iniziativa e che l’amministrazione voglia cogliere quest’occasione per creare una “attrazione turistica” e per attivare quei servizi turistici di cui la nostra offerta risulta ancora deficitaria, in attesa di un nostro attivo coinvolgimento, porgiamo i nostri migliori saluti.

Christian Del Bono