Amministrazione contro la tassa di soggiorno: albergatori, ovviamente, ringraziano

Comunicato

Gli albergatori plaudono alla presa di posizione contro la tassa di soggiorno da parte del maggiore comune delle Eolie.

il presidente di Federalberghi , Del Bono
il presidente di Federalberghi , Del Bono

Merita il nostro apprezzamento il comunicato diramato dell’Amministrazione del Comune di Lipari che ha inteso ribadire in modo inequivocabile la propria posizione contro la strampalata proposta di sostituire la tassa di sbarco con quella di soggiorno, dichiara Christian Del Bono, presidente Federalberghi Isole Eolie e isole minori Sicilia. Sosteniamo questa tesi sin dall’istituzione della tassa di soggiorno, essendoci schierati al fianco dell’Associazione Nazionale Comuni Isole Minori, quando ci si batté per ottenere la possibilità d’istituire la tassa di sbarco.

Il Sindaco Giorgianni – ha aggiunto Del Bono – non aveva mai fatto mistero che la tassa di soggiorno non rientrasse tra le strategie di un’amministrazione che non intende tassare il turismo stanziale, favorendo il mordi e fuggi ma con questa dichiarazione ha sicuramente sgombrato il campo da ogni dubbio e gliene siamo grati. Le dichiarazioni del sindaco assumono una rilevanza ancora maggiore perché, continua Del Bono, sicuramente non riscuotono un’unanime popolarità in consiglio comunale. Ma è evidente che fare turismo nel 2015 significhi anche operare delle scelte nette e di tanto in tanto in parziale controtendenza. Auspichiamo che ne possano seguire tante altre così da poter arrivare delineare – assieme ai Comuni di Salina – una strategia di sviluppo turistico chiara e partecipata per le nostre isole.

Va infine ricordato, sempre a sostegno della posizione assunta dall’amministrazione e a chi avesse ancora qualche dubbio, che l’eventuale tassa di soggiorno non verrebbe pagata dalle numerose presenze non registrate che ancora infestano il nostro turismo.

Federalberghi Isole Minori della Sicilia

Federalberghi Isole Eolie