Tarnav collegamenti veloci

119 migranti lasciati nuovamente nel mare di Lipari

Sempre nella zona sottostante San Calogero. Stesso copione di settembre, com’è possibile ?

la motonave Corvo durante l'avvicinamento alla barca con i migranti

la motonave Corvo durante l’avvicinamento alla barca con i migranti

Lipari – Ancora un incredibile, e stavolta massiccio, sbarco di migranti nella principale isole delle Eolie. Sono stati lasciati a bordo del caicco ” Inktvis”, nel cuore della notte, in 119 tra iracheni e siriani. Il luogo, più o meno lo stesso della volta precedente : sotto la zona di San Calogero nella spiaggetta tra Bruca e Fontanelle . I quattro dell’equipaggio,  si sarebbero dileguati secondo i primi racconti con un gommone nero dopodichè sarebbe partita la chiamata al 112 per far scattare i soccorsi. Ma, proprio come a settembre , altri migranti sarebbero stati lasciati nei pressi del porto di Sottomonastero; tant’è che una decina di essi sono stati individuati dai Carabinieri mentre attendevano di imbarcarsi sui primi mezzi di linea.

Il caicco, con il coordinamento delle operazioni della Guardia Costiera che ovviamente fatto scattare tutte le precauzioni sanitarie del caso, è stato rimorchiato con una parte di migranti, intorno alle 4,00 dalla motonave “Corvo” di Angelo Portelli a Porto Pignataro. Sono stati visitati dal medico Giuseppe Cannata e sono stati rifocillati dai volontari della Croce Rossa e della Protezione civile. Sul posto ovviamente il sindaco Marco Giorgianni e il vicesindaco Gaetano Orto oltre alla Polizia Municipale e ai Vigili del Fuoco.

I migranti non possono restare nell’isola. Non ci sono strutture per ospitarli e saranno trasferiti nelle prossime ore a Messina. Macchina dei soccorsi anche stavolta encomiabile. Resta da capire , tuttavia, come un caicco, partito a quanto pare dalla Turchia, per la seconda volta abbia potuto raggiungere, tranquillamente, le Eolie con un carico così consistente di migranti. ” A questo punto –  evidenzia il magistrato Angelo Giorgianni su fb- si impone di verificare se e quali responsabilità nella scelta delle Isole Eolie, a partire dal basista su Lipari che ha dato indicazioni e supporto. Ed ora controlli più incisivi, anche nel mare dell’arcipelago, diversamente prepariamoci ad un nuovo sbarco su un altra delle Isole”.

 

D’Anieri & C. : le offerte fino al 18 ottobre

Share