Ustica Lines – Regione: urge il cambio orari partenze per evitare disagi

agenzia ustica

Lipari- Le feste volgono al termine e, se dopo l’Epifania, i pendolari, e soprattutto gli studenti di Salina, non troveranno un monocarena o aliscafo che sia pronto a portarli a Lipari ad un’ora decente saranno disagi e polemiche. Dallo scorso 22 dicembre, in seguito alla rimodulazione degli itinerari orari per i collegamenti integrativi curati, attraverso l’invito della Regione alla manifestazione d’interesse alla quale ha risposto, a fatica, soltanto Ustica Lines, gli orari delle partenze sono cambiati , e in peggio. Ciò , in attesa del nuovo bando di gara.

E’ stata , com’è noto, penalizzata, in particolare l’isola di Salina: le prime partenze del mattino per Lipari, Vulcano e Milazzo avvengono alle

l'articolo sulla Gazzetta del Sud di oggi
l’articolo sulla Gazzetta del Sud di oggi

5,30 ( da Santa Marina) e alle 5,45 da Rinella (unica per tutta la giornata). Soppresso il collegamento delle 14,00 da Messina che ora avviene, con partenza allo stesso orario, direttamente da Reggio Calabria (alla faccia della continuità territoriale). Da Lipari, inoltre, per completare il cerchio delle doglianze, partenza per Messina alle 6,40 e per Vulcano-Milazzo alle 6,50, appena dieci minuti prima dello stesso collegamento di Siremar CdI. La partenza successiva per il centro mamertino , sempre con l’attuale programma , è di Siremar CdI alle 08,50: ma , ammesso che il periodo non presenta a quell’ora un traffico passeggeri sostenuto per la terraferma, problemi possono sicuramente presentarsi per i pendolari che devono rientrare a Milazzo alle 14,05 sempre con l’aliscafo di Compagnia delle isole. Dopo le modifiche, non c’è più, infatti, il collegamento precedente Ustica Lines delle 13,40.

I sindaci dell’arcipelago hanno già chiesto al Dipartimento Regionale di rivedere gli orari delle partenze in tempo per la ripresa delle lezioni e l’intesa sarebbe stata già raggiunta. A Natale è anche intervenuto il primo cittadino di Santa Marina con una lettera pesante alla Regione evidenziando l’assurdità degli orari programmati senza prendere in considerazione le esigenze del territorio.

Già, ogni volta è sempre la stessa storia. Anche di sprechi. Basta vedere- come documentato con tanto di video sui social dall’ing. Emanuele Carnevale- quanti passeggeri sono partiti alle 6,50 da Lipari per Vulcano-Milazzo durante  le feste, dieci minuti prima dell’aliscafo di Compagnia delle Isole. L’auspicio è che lo svolgimento di questi servizi, fondamentali, trovi l’ottimizzazione richiesta.