Turismo, Del Bono: ” tassa di sbarco resta male minore ma attenzione”

il presidente di Federalberghi Del Bono
il presidente di Federalberghi Del Bono

 e su futuro Siremar “Regione dipani immediatamente ogni dubbio”

Lipari- Per il presidente dii Federalberghi Eolie- Isole minori, Christian Del Bono, la tassa di sbarco, seppur con l’aumento a 2,50 € in bassa stagione e fino a 5 euro in alta, rappresenta sicuramente il male minore. ” Particolare attenzione dovrà però essere prestata nelle esenzioni e alla clientela gruppi che in bassa stagione rappresenta una quota importante del nostro turismo. Per gruppi che infatti soggiornano 1 o due notti, € 5 a persona possono rappresentare in alcuni casi anche il 15% della tariffa giornaliera per persona in camera e colazione. Altro elemento da non sottovalutare- evidenzia Del Bono- l’esigenza di offrire poi al turista un reale corrispettivo in termini di servizi offerti sul territorio.

Il presidente di Federalberghi isole minori della Sicilia, frattanto esprime forti perplessità circa l’ipotesi di una procedura portata avanti dalla Regione Sicilia in revoca della convenzione che regola i collegamenti marittimi con le piccole isole siciliane, attualmente operati da Siremar Compagnia delle Isole. ” In data 19 dicembre, dichiara il presidente di Federalberghi Isole Minori della Sicilia, Christian Del Bono, abbiamo scritto al presidente della IV Commissione dell’ARS, Trizzino, per ottenere un’audizione per discutere delle problematiche relative ai trasporti marittimi con le isole minori anche in ragione dell’imminente paventata revoca del contratto di servizio in essere. Tre giorni prima, mossi da analoghe preoccupazioni, avevamo scritto all’Assessore Regionale ai Trasporti, Bartolotta, per chiedere di istituire un tavolo tecnico per la verifica e la modulazione condivisa di itinerari orari organici ed integrati tra i servizi a contributo regionale e quelli a sovvenzione statale che coinvolgesse direttamente i territori insulari. Avevamo altresì richiesto garanzie relativamente al servizio Eolie-Napoli a mezzo motonave Laurana (o altro mezzo con caratteristiche similari o migliorative). Con riferimento, inoltre, al paventato taglio di risorse da parte della Regione sui servizi attualmente gestiti da Usticalines ed NGI, si chiedevano rassicurazioni circa il mantenimento del livello dei servizi. Ed, in particolare, si chiedeva di non penalizzare come troppo spesso fatto in passato le tratte che collegano le Eolie a Reggio Calabria e Palermo. Condividiamo, pertanto, conclude Del Bono, le preoccupazioni e le richieste di chiarezza, espresse dai Sindaci Lo Schiavo, Pagoto e Giorgianni”. “La Regione dipani immediatamente ogni dubbio circa il mantenimento dei servizi in essere; non possiamo certo permetterci ulteriori tentennamenti che verrebbero sicuramente letti come pericolosi segnali di incertezza da parte degli operatori turistici ancora in piena fase di programmazione dei loro tour per la stagione turistica 2014”.