Turismo, Biviano fa chiarezza sulle somme disponibili

Riceviamo dal consigliere comunale del Pd, Giacomo Biviano, e pubblichiamo:

biviano_pVolevo fare una personale considerazione in merito alla reale disponibilità nel bilancio comunale delle somme relative alle spese correnti per il settore “turismo” e dare la giusta proporzione a quanto finora detto.

Nell’ultimo Bilancio comunale approvato la parte relativa alle spese correnti per il settore “turismo” corrisponde alla voce “titolo 1, funzione 7, servizio 2, intervento 3”. Per il 2013 i fondi previsti nel suddetto intervento ammontano a circa 125.000,00 euro, mentre per il 2014 (bilancio pluriennale 2013-2015) ammontano a circa 80.000,00.

Nel 2014 è stata prevista pertanto una riduzione di circa il 35%. Le somme da distribuire nei vari capitoli legati all’intervento in questione competono all’amministrazione comunale attraverso il cosiddetto PRO (piano risorse ed obiettivi), ufficialmente ad oggi non ancora determinato, e comunque modificabile in ogni momento dalla stessa.

Nella disponibilità dell’amministrazione risultano circa 80.000 euro che in attesa del nuovo bilancio di previsione 2014 possono essere utilizzati in regime provvisorio, attraverso i cosiddetti dodicesimi, non oltre la data di scadenza di approvazione dello stesso bilancio, ad oggi prevista al 31 luglio 2014.

Da informazioni assunte personalmente attraverso gli uffici comunali ad oggi sarebbero stati utilizzati in dodicesimi circa 16.000 euro (carnevale eoliano, spese per strutture, compartecipazioni a piccole manifestazioni, ecc., ) con una disponibilità residua, pertanto, di circa 64.000 euro, di cui 31.000 da poter impegnare sempre in dodicesimi fino al 31 luglio 2014 (data di scadenza per l’approvazione del bilancio 2014).

Se il bilancio non venisse ancora approvato e la predetta data venisse ulteriormente prorogata, così come è facile che sia, vista la proroga concessa l’anno scorso al 31 dicembre 2013, la disponibilità d’ impegno in dodicesimi andrà man mano crescendo fino all’esaurimento dei soldi previsti nel suddetto intervento (titolo 1, funzione 7, servizio 2, intervento 3).

E’ evidente che lo stanziamento del 2014 (80.000 euro) non è lo stesso del 2013 (125.000 euro), ma ad oggi rimangono circa 65.000 euro da poter utilizzare per la festa del patrono e per eventuali manifestazioni o iniziative che si volessero attuare direttamente o attraverso compartecipazioni per tutto il 2014. E’ pur vero, comunque, che la sicurezza di poter impegnare i soldi in dodicesimi è data ad oggi al 31 luglio 2014 e corrisponde a circa 31.000 euro ma è altrettanto vero che un’ eventuale proroga della Regione per l’approvazione del bilancio, ormai quasi inevitabile, consentirà una maggiore disponibilità di somme da continuare ad impegnare in dodicesimi.

Ritengo, comunque, necessario che l’amministrazione proceda nella predisposizione del prossimo bilancio di previsione a rimpinguare i capitoli relativi al “turismo”, riportandoli almeno alle cifre iniziali, al fine d’ interpretare al meglio lo scopo istitutivo della tassa di sbarco.

Dott. Giacomo Biviano (Consigliere Comunale)