Tiralongo, è di Lipari una delle speranze della lirica italiana

tiralongoPersonaggi

Il giovane liparese Giovanni Tiralongo è una delle speranze della lirica italiana. Conosciamolo meglio nel suo già corposo curriculum

Nel febbraio 2009 ha conseguito il Diploma Accademico presso l’Istituto di Alta Formazione Musicale “Vincenzo Bellini” di Catania.

Ha partecipato a varie Master Class con i Maestri Enzo Dara, Leone Magiera e Marco Balderi.

Da marzo 2009 si sta perfezionando presso l’Accademia Lirica del Mediterraneo del celebre tenore M° Pietro Ballo.

Nel 2005 ha debuttato presso l’Auditorium di Tarquinia il personaggio di Antonio ne “Le Nozze di Figaro” di W. A. Mozart.

Vince come secondo classificato l’edizione 2008 del Concorso Internazionale “P. Randazzo” di Catania.

Nel 2008 ha debuttato presso il Palazzo Biscari di Catania il ruolo di Don Simone ne “Il Duello Comico” di G. Paisiello con l’Orchestra del Conservatorio “V. Bellini” diretta dal M° Giovanni Grasso.

Tra le diverse partecipazioni artistiche, di rilievo il concerto presso la biblioteca di Casa Professa di Palermo con l’Orchestra Philarmonia diretta dal M° Giuseppe Messina, il recital presso il Castello Ursino di Catania, il Festival “Eolie in Classico 2009”, il concerto inaugurale della stagione del Teatro Lelio di Palermo, il concerto presso l’auditorium di Bagnara di Romagna, il concerto di Natale presso l’Auditorium del Comune di Lipari con l’Orchestra Filarmonica di Palermo diretta dal M° Antonio Bono, il concerto “Arie di Natale” presso la Basilica di Casa Professa di Palermo con l’Orchestra Filarmonica di Lugansk diretta dal M° Lidio Florulli, il concerto presso il Teatro “Regina Margherita” di Caltanissetta con l’Orchestra dell’Accademia Musicale Siciliana diretta dal M° Gaetano Colajanni, il recital di Capodanno 2013 presso la Basilica di S. Cristoforo di Lipari con l’Ensamble “Belle Epoque” diretto dal M° Salvatore Gitto, i due concerti il 28 e 29 luglio 2013 con l’Orchestra del Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani diretti dal M° Simone Veccia, uno presso l’Arena delle Rose di Castemmare del Golfo, l’altro presso l’Ente Luglio Musicale Trapanese.

Prende parte al primo e secondo “Festival Internazionale della Lirica Città di Cefalù”; tra gli eventi il concerto inaugurale della seconda edizione con la Grande Orchestra Sinfonica Russa diretta dal M° Francesco Ledda dove affianca i celebri cantanti Pietro Ballo, Simone Alaimo e Nicola Alaimo, i due concerti presso il Teatro “S. Cicero” con l’Orchestra Philarmonia diretta dal M° Giuseppe Messina, un concerto in omaggio a Luciano Pavarotti con la Grande Orchestra Sinfonica Russa diretta dal M° Francesco Ledda e alla stagione concertistica dell’Accademia Lirica del Mediterraneo presso il Grand Hotêl et des Palmes di Palermo.

Il 12 ottobre 2011 ha vinto il premio “Ruggero II-Giovani Emergenti”.

Si è classificato finalista all’edizione 2012 del Concorso Internazionale “V. Bellini” di Caltanissetta.

Nel novembre 2012 ha debuttato il ruolo del Commissario Imperiale in “Madama Butterfly” di G. Puccini presso il Teatro “L. Pirandello” di Agrigento con l’Orchestra Filarmonica di Agrigento diretta dal M° Nahel Al Halabi e la regia del M° Paolo Panizza.

Nel luglio 2013 presso l’Ente Luglio Musicale Trapanese è Benoit e il Doganiere ne “La Boheme” di G. Puccini diretta dal M° Marco Balderi al fianco di Chiara Taigi (Mimì) con la regia del M° Pietro Ballo, e da vita al personaggio di Annio nella prima mondiale dell’opera “Mercedes” del Conte Agostino Sieri Pepoli diretta dal M° Francesco Ledda, regia di Gianni Marras.