Sub ucciso a Vulcano, udienza anticipata

Corsa contro la prescrizione

Barcellona- Corsa contro il tempo per salvare dalla prescrizione ( che maturerà il prossimo 13 gennaio) il processo sulla morte del sub torinese, Mauro Falletta, avvenuta il pomeriggio del 13 luglio 2006 nel canale tra Vulcano e Lipari. L’udienza è stata infatti anticipata al prossimo 8 gennaio. La richiesta presentata dai legali dei genitori della vittima, gli avvocati Nino Favazzo e Cosimo Maggiore, è stata accolta dal presidente del Tribunale Michele Galluccio. I legali hanno chiesto al Pm la contestazione, per gli imputati F.B. e M.B., dell’aggravante per essere stato il fatto commesso con ” violazione delle norme sulla circolazione stradale” , si ritiene applicabile, alla “violazione delle norme sulla circolazione dei natanti”. Se la contestazione sarà accolta si saprà sempre nell’udienza dell’8 gennaio. Mauro Falletta, medico torinese trentaquattrenne, era stato dilaniato come emerso dalle lunghe indagini e dagli atti dalle eliche dello yacht ” Nubilia” di proprietà della società “Aironblu” del gruppo Aicon.