Scuola Media Quattropani: Sindaco e Dirigente chiedono una deroga

scuola 0

Per il sindaco Giorgianni e il preside Candia disposizioni attuative ddl ” Buona scuola” attuabili tra un anno

“ L’Amministrazione comunale e l’istituzione scolastica , ciascuna per le proprie competenze si stanno adoperando affinchè , da qui al prossimo mese di luglio 2015, in cui saranno autorizzati gli organici di fatto comprendenti anche ogni eventuale deroga , gli uffici scolastici siano nella condizione di disporre, qualora ne ravvisassero la possibilità , il riconoscimento di una deroga anche per la formazione della prima media a Quattropani”. Lo hanno evidenziato in una nota congiunta il sindaco di Lipari Marco Giorgianni e il dirigente scolastico Renato Candia. Occorre una deroga, come sottolineato la scorsa settimana, per riconoscere la formazione di una ulteriore classe prima anche con un numero di alunni esiguo rispetto alla norma . Attualmente gli alunni iscritti alla prima media di Quattropani per il prossimo anno scolastico sono otto e il riconoscimento delle quote stabilite dal Ministero della Pubblica Istruzione , tramite gli uffici scolastici periferici, ne esclude la formazione.

Il Sindaco e il Dirigente scolastico hanno inoltre puntualizzato che “ il richiamo ad un possibile ricorso alle risorse previste dal disegno di legge di riforma denominato “ La Buona scuola” è, al momento attuale quanto meno anacronistico in quanto , qualora l’iter parlamentare fosse anche chiuso in tempi ragionevolmente brevi , le disposizioni attuative che consentirebbero una soluzione alternativa alla eventuale deroga, non potrebbero essere applicate a partire dal prossimo anno scolastico 2015/16 ma soltanto, nell’eventualità, a partire dall’anno scolastico successivo , fermo restando il riconoscimento di un adeguato organico funzionale sempre da parte dell’Amministrazione scolastica centrale”.

Il sindaco Giorgianni e il Dirigente Candia auspicando di aver fornito adeguati chiarimenti all’utenza scolastica di Quattropani “ assicurano che ogni azione e ogni intenzione possibile saranno individuate e promosse affinchè nei limiti del consentito l’autorità scolastica competente possa all’occorrenza prendere positivamente disposizioni su questa questione.