Scambi di “Costa”…Meteo !

di Marco Miuccio

miuccio-rubrica160Quanti spunti nuovi di discussione e riflessione all’orizzonte…Forse alcuni preannunciati, sperati, anelati…

E tra gli sperati ci sono punizioni giunte sotto forma di arresto…Del resto è assodato che le invettive degli isolani arrivino meglio di quelli del resto degli abitanti del globo, colpendo direttamente “alle ossa” coloro che non meritano salvezza, che siano essi poveri impiegati che svolgono il proprio lavoro, sia che essi siano ex Commissari, Funzionari o Responsabili, nominati ad hoc da governanti del “Partitone della Pagnotta” di turno, attuale “Partitino dei Panini” per avvenuto frazionamento, che hanno dato certamente una mano alla “Malanòva” lanciata in occasione della decisione definitiva per il tanto contestato Depuratore di Canneto dentro… E non sono pochi a gioire per la caduta di Luigi Palaggi, additato come maggior responsabile della decisione “tutta politica” di collocare la struttura nel punto che sta vedendo la sua realizzazione, attualmente in regime di “Work in Progress”… Ma nessuno è colpevole finchè non è un Tribunale a dirlo, ma “a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca”!!! (Giulio Andreotti)

E fa malissimo leggere che, quasi fosse preannunciato, su altre isole, si debbano subire intimidazioni solo per sentimenti di invidia o delirio d’onnipotenza di qualche frustrato, credendo che prendersela con “La Roba”, sia certamente una soluzione adatta per dimostrare la propria supremazia territoriale, scegliendo di passare da una troppo ancestrale “pisciatina” in ogni angolo del proprio territorio di caccia e riproduzione ad un più efficace “motus vandalicus” che culmina con l’atto intimidatorio a danno del patrimonio altrui.

Ed intanto che la politica locale continua a non raggiungere il numero legale per questione di centimetri, riferendomi con questo alla distanza tra il posto assegnato col voto dagli elettori e la posizione da “secondi” che si decide di tenere al di là delle corde del ring, o transenne che siano, confidiamo che qualcuno tuteli gli interessi delle Eolie, almeno di quelli d’immagine.

Si resta infatti basìti di fronte a scoperte inaudite di sfruttamento di una delle immagini più famose delle nostre isole, quella del belvedere di Quattrocchi a Lipari, come sfondo e panorama visibile da una fantomatica casa in stile “Oia” (Leggi “ìa”) frazione di Santorini, frutto di un sapiente artificio di un intelligente Grafic-Designer, esperto di Photo-Shop, con cui la Costa Crociere ha pubblicizzato la linea di Crociere con la Grecia, sgamatissima dai soliti attenti di Striscia la Notizia.

Qualcuno potrebbe anche pensare di far causa per sfruttamento improprio dell’immagine, sottolineando la natura ingannevole della pubblicità, ma sono sicuro che qualunque Giudice, in sede di Sentenza, scriverebbe così:

“…a fronte del totale disinteresse per le meraviglie naturali esistenti, per le strutture non adeguatamente sfruttate, per l’imprenditorialità dormiente di tutto l’arcipelago, non è imputabile chi decida di fruire di ciò che la natura ha donato a chi non è capace di sfruttarne le potenzialità…”!

E vagli a dare torto!!!

Meteo:

Nuovo fronte di Ponente per Venerdì 24/01 che persisterà fino a Sabato, portando nuova umidità e piogge, con rovesci che caratterizzeranno tutto il weekend.

Quindi problemi “alati” per venerdì dall’ora di pranzo circa, fino a Sabato allo stesso orario, confidando negli impavidi Comandanti di Navi che, ormai si è capito, viaggiano esclusivamente per il piacere di contraddirmi, facendomi deridere dai lettori… e se così è, continuerò a dire che non si viaggia!!!

Abbondante acqua di cielo e crollo delle temperature per un conclamato fronte di Greco e Tramontana che spireranno da Martedì, facendoci piombare in quell’inverno mai giunto alle nostre latitudini.

Quindi, con aggiornamenti in itinere, “Friddùni dì Màli Cristiani” per la prossima settimana… perciò Giaccone, Sciarpa e Berretto di Lana!!!

Food:

unnamed“Tagliolini al burro e Tartufo nero”

In periodo di crisi, cose del genere sono possibili solo a fronte di un dono…

Mezzo chilo di tagliolini o tagliatelle “strette” all’uovo, un tartufo nero, ben lavato dalla terra con apposito spazzolino, 120 grammi di burro, sciolto in un padellino con un filo d’olio, all’interno del quale viene grattuggiato, con apposita “Lima”, un terzo del tartufo, per aromatizzare il tutto prima della mantecatura.

Scolata la pasta al dente, si salta in padella versando il burro fuso.

S’impiatta e si finisce con il resto del Tartufo nero a sfoglie sottili.

Un piatto da re, accompagnato con un rosso strutturato, diventa un tripudio gastronomico!

Grazie Antonio!!!

That’s All Folks!!!