Santa Marina Salina: bonificato Vallone Colomba

COMUNICATO STAMPA – BONIFICA VALLONE COLOMBA

bocca vallone 1E’ stata effettuata ieri 23 febbraio la bonifica ambientale del Vallone Colomba, nel territorio di Santa Marina Salina, sul cui fondo sono stati rinvenuti da parte dei Carabinieri e delle Guardie della Riserva, materiali speciali e pericolosi, sul cui smaltimento illegale indaga la Procura di Barcellona P.G.

Nello specifico sono state rimosse numerose lastre di eternit, una imbarcazione in vetroresina frantumata, diversi copertoni, materiali ferrosi e plastici di ogni genere nell’area sottostante la S.P. 182 proprio al di sotto del ponte che sovrasta il Vallone interessato. Le operazioni di recupero, sotto la vigilanza del Capo Servizio delle Guardie della R.N.O. e Assessore Comunale all’Ambiente Elio Benenati, sono state effettuate da una Ditta specializzata che ha rimosso tutti i materiali in una zona di difficile accesso e con l’impiego di apposita gru per il raggiungimento del fondo della scarpata posto a circa 20 mt sotto il livello della strada.

“Con questo intervento abbiamo bonificato un’area che, purtroppo per la sua accessibilità, è soggetta ciclicamente all’abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni genere” commenta il vice Sindaco Arabia “ e dispiace dover notare per l’ennesima volta che ancora oggi non si riesca a comprendere che i rifiuti speciali e pericolosi devono essere smaltiti in modo corretto direttamente da parte dell’utente e non abbandonati per comodità nella prima scarpata disponibile”.

bocca vallone 2bocca vallone 3

In pochi mesi è la seconda bonifica che il Comune di Santa Marina Salina provvede ad eseguire al fine di tutelare la salute pubblica e preservare l’ambiente naturale.

“Nel mese di ottobre il Comune ha provveduto a smaltire un’enorme quantità di rifiuti speciali e pericolosi, soprattutto vetroresina provenienti da tettoie e da imbarcazioni, ma anche materiale bituminoso e inerti, abbandonati su tutto il territorio” continua il vice Sindaco “con oneri aggiuntivi per lo smaltimento a carico del Comune. Ancora una volta grazie all’inciviltà di pochi, tutta la Comunità ha pagato per poter ripristinare le aree interessate”.

bocca vallone 4

 bocca vallone 5