Randagismo, la dott.ssa Gulotta : Sindaco riveda decisione su catture e impegni somma per prevenzione

Corsi e ricorsi storici. La veterinaria, dott.ssa Laura Gulotta, ha inviato la seguente nota al sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, sui contenuti dell’ordinanza n. 16 del 22 dicembre.

Egr Sig. Sindaco,

avendo in data odierna preso atto dell’ordinanza in oggetto, è mia intenzione manifestarLe le mie perplessita’ sulle modalita’ di attuazione alla lotta contro il fenomeno del randagismo nel nostro comune che, se fossi stata interpellata, Le avrei potuto manifestare.

Innanzitutto, prelevare 10 cani per portarli presso altra struttura fuori comune non risolve in alcun modo il problema poiché significherebbe mantenere statiche tutte le altre realta’ che contribuiscono al mantenimento del fenomeno stesso come per esempio controllo cani padronali sul territorio che è solito trovare a girovagare in ogni frazione del comune soprattutto nelle ore serali e notturne!

Non affrontare in primis la tematica della “sterilizzazione” è cio’ che mi lascia profondamente lontana dalla Sua scelta dirigenziale poiché questa pratica è quella che realmente darebbe la possibilita’ di prevenire le nascite e ,quindi, far diminuire il numero dei randagi vaganti, sempre restando indispensabile il controllo dei cani di proprieta’.

Non vorrei si ripetesse la medesima triste, dispendiosa e improduttiva “vicenda Happy Dog- Taurianova”, voluta dall’amministratore che l’ha preceduta, e che non ha contribuito a risolvere in alcun modo il problema ma, anzi, ha indotto un notevole dispendio economico alle casse comunali.

Le faccio, altresì, presente che presso i locali della degenza di S.Vincenzo a Canneto dentro, attualmente sono presenti, 23 cani, di cui 15 soggetti adulti e 8 cuccioli, dei circa 100 tutti prelevati sul territorio dal 2018 ad oggi dai volontari della sezione Isole Eolie dell’ENPA, numero che è attualmente ridotto grazie alle campagne di adozione che hanno permesso il trasferimento presso famiglie di altre regioni d’Italia e non solo (per esempio : Olanda) ed alle sterilizzazioni effettuate tra mille difficolta’.

Alla luce di quanto finora detto, La invito a rivedere quanto deciso e prendere in considerazione la possibilita’ di impegnare la somma al momento stabilita, per effettuare cattura, sterilizzazione, microcippatura e controllo attraverso l’anagrafe canina in vigore gia’ dal 2000 (Legge regione Sicilia n.15 del 3 luglio dell’anno 2000 e successive modifiche ed integrazioni), mantenendo attiva la prevenzione, quale unica arma per porre rimedio alla piaga del randagismo che personalmente da anni continuo a proporre e che, mi auguro, possa essere rivalutata ed attuata.

In conclusione, auspicando un incontro, gia’ altre volte richiesto, sono certa che accogliera’ quanto finora espresso.

Distinti saluti dott.ssa Laura Gulotta

L’ordinanza del Sindaco