Quando la DAD di trasforma in “gemellaggio”

di Domenica Iannello

Quando la sera del 4 marzo si è saputo attraverso i media nazionali che le scuole sarebbero rimaste chiuse per un po’, nessuno immaginava che non avrebbe più “rivisto”, senza l’ausilio di monitor e dispositivi elettronici, i propri alunni.

La scuola è fatta di empatia, sguardi, emozioni, complicità tra ragazzi, bambini e insegnanti.…tutto questo ci manca.

Noi docenti ci siamo reinventati, abbiamo imparato nuove modalità di lavoro, gli alunni sono stati pronti ad innovarsi e cimentarsi in questo nuovo modo di fare scuola, abbiamo insieme scoperto mondi nuovi e condiviso comunque esperienze educative e didattiche “senza confini”.

La scuola non si è fermata !

Riporto di seguito le parole di una mia collega che insegna alla scuola media Santa Lucia che con professionalità e caparbietà non ha rinunciato a far vivere ai suoi alunni le esperienze promesse !

“In una calda giornata dell’agosto 2019 nasce un desiderio… Proporre al Preside della mia attuale scuola, IC Lipari S.Lucia,  di fare un gemellaggio con la scuola di Asti, in cui ho lavorato qualche anno fa. L’entusiasmo viene subito accolto e si moltiplica grazie alla viva e fervida collaborazione del Preside Renato Candia dell’IC Lipari S. Lucia, della Preside Rosa Savarese  dell’IC” di Asti e degli ex colleghi astigiani.  Nel corso dell’anno questa idea diventa sempre più reale fino ad arrivare alla programmazione di una gita ed un vero e proprio incontro tra i ragazzi di Lipari ed Asti. Sarà una gita fantastica: salone del libro, Torino, città nuove!!! L’attesa si riempie di significati, amicizie a distanza che bramano di veri abbracci… È quasi tutto pronto quando: arriva il Codiv-19! E tutto svanisce! Ma non del tutto, non per tutti. Scopriamo la DAD, insegnanti ed alunni si cimentano in questa impresa, si sperimentano varie soluzioni, ci si tiene in contatto! E allora, ecco che le distanze si accorciano, tanto da tenere unite, forse ancor più di prima, quelle due scuole che avevano deciso di incontrarsi. I lavori svolti insieme a distanza si intensificano e così nascono il Dantedì, attività comuni sulla Resistenza Partigiana per il 25 Aprile, che ci ha regalato anche un saluto da parte del Sindaco Rasero venuto a conoscenza del gemellaggio.

 Ma la cosa che più ci rende soddisfatti è che ad unirci è stata la “lettura”. Per un intero anno le classi terze dei due istituti leggono contemporaneamente un libro “La mia Estate Indaco” di un autore astigiano Marco Magnone. Il progetto è proposto dalla Biblioteca G. Faletti di Asti, e nonostante i chilometri che ci separano, l’IC S. Lucia decide di partecipare con piacere all’iniziativa. 

Oggi le classi terze dei due Istituti Comprensivi, hanno concluso in bellezza l’originale progetto: incontrare l’autore. Marco Magnone si è presentato ai nostri alunni che lo hanno travolto con le loro domande e lui, gentilissimo come sempre, ha affrontato con loro tutte le tematiche trattate nel libro: adolescenza, amori, amicizie, partenze e nuove conoscenze, soffermandosi anche sul magico rapporto nonni-nipoti. I ragazzi hanno dedicato a Magnone un ebook con racconti e disegni, un piccolo simbolo del loro impegno.

L’incontro di oggi ha concluso un progetto, ma ha aperto ai nostri ragazzi la possibilità di scoprire che la lettura è vita, unione, amicizia, dialogo e viaggi, che vale la pena  vivere intensamente. 

Orgogliosa delle mie scuole gemelle”

Prof.ssa Formica Alessandra.