” Qualunquemente ” : tuttologia e dintorni

di Marco Miuccio

miuccio-rubrica160A chiusura della stagione estiva, notoriamente individuata nel giorno di San Bartolo in Lipari, martire e protettore anche della maggiore delle Eolie, prendo spunto dai tanti avvenimenti accaduti, nel lungo periodo di silenzio, per qualche riflessione!

Mi riferisco alla marea di m… opinioni, che hanno investito la nostra Comunità come uno Tsunami di fango e m… diffamazione!

Abbiamo superato un’altra stagione estiva, con tante presenze, con tante novità, con troppe disquisizioni sul come, dove, quando, perchè, chi, le famose cinque “W” della regola giornalistica per l’articolo perfetto, ma che a Lipari sembra essere utilizzata per la perfetta critica sterile, per il giudizio dell’operato di chi agisce nella e per la legalità, ma stride con l’interesse personale dei bulletti del quartierino, con commenti profusi il più delle volte per demagogia e populismo di bassa lega!

E “qualunquemente” abbiamo assistito a lauree honoris causa in organizzazione di eventi e comunicazione, marketing & management aziendale, acustica e giudizi musicali da Amici di “Maria”!

Ma mentre i Social diventano una Agorà delirante di Tuttòlogi del senno di poi, la concretezza resta l’arma di chi non ha bisogno di dimostrare nulla, di chi lavora e produce, di chi sacrifica la propria attività per l’impegno per la Comunità!

Tutto può essere migliorato, ma esiste una linea, nemmeno poi così sottile, tra la critica costruttiva e lo sterile “te l’avevo detto”, tra l’esperienza e la presunzione, tra la programmazione razionale degli eventi e delle attivita ed un delirante progetto di sviluppo interstellare applicato ad un così fragile territorio!

Il carattere “Local” del far politica nelle Eolie è sintomatico, con la personalizzazione di ogni intervento, pensando che l’amministrazione della cosa pubblica possa essere paragonata ad una gestione “familiare” di un piccolo nucleo, consentendo a chiunque abbia un filo di capacità cognitiva, padrone indiscusso del risultato del 2 + 2, di esprimere giudizi ed editti bulgari scevri da ogni base normativa che dia forza al proprio concetto di gestione!

E per chi, alla fine di questo semplice concetto, fosse rimasto con la bocca aperta tipo cernia in tana, stordito dallo smisurato uso del congiuntivo e della consecutio temporum, provo a spiegarmi con maggior efficacia e minor complessità lessicale..

Ma davvero vi sembra che siccome sapete far quadrare i conti in casa o “mpizzàri un chiòvu” sareste capaci di amministrare o di gestire la cosa pubblica?!?

Figli di politicanti della prima Repubblica, figli del nuovo millennio, perfino figli di una cooperativa o di “un mòssu all’uno”, tutti a dire la loro, sine titulo!

È molto più difficile collaborare da cittadino con chi cerca di dipanare i mille problemi dei tantissimi blocchi amministrativi imposti dai Governi, Regionale e Nazionale!

E tutto questo grande popolo di opinionisti de noàntri, riceve linfa vitale dai troppi differiti geograficamente, dai tanti articoli a disposizione sulla piazza, ma soprattutto da uno!

In un clima che sa di prematura preparazione del terreno elettorale, resta l’utopia di un gruppo di Isolani che non pensi all’avvicendamento alla guida del “postifìcio”, che una volta eletti non esclamino la frase becera “ora ca sugnu Papa, papìu!”, ma che lavori alacremente per il bene della Comunità, combattendo contro ogni forma di presunzione d’impunibilità, contro i deliri d’onnipotenza, contro quella che ormai è una condizione atavica e radicata..

“Una cosa è rubare, ben altra cosa è la pratica illegale quotidiana” (Cit. R.G.)

Meteo:

Una settimana di brezza variabile per un meraviglioso preludio di autunno!

Continuate ad affollare le spiagge, sempre con prudenza e diligenza, godendo del lieve abbassamento delle temperature in serata, orario in cui notoriamente, in questo periodo, escono dalle tane le turiste tedesche di cui si é aperta la stagione della caccia!

Food

Zucchine e Gamberone Rosso.. di Salina!

gamberi

Olio EVO, aglio, prezzemolo, pepe nero, sale, mezzo bicchiere di malvasia secco IGT, zucchine e Gamberone Rosso di Salina!

Pescati a 600 metri nelle acque dell’arcipelago, l’Aristeomorpha Foliacea insieme all’Aristeus Antennatus, quest’ultimo anche conosciuto come “Carabiniere”, per la sfumatura viola del carapace che ne ricorda la camicia, sono i protagonisti del classico della cucina mediterranea, con una generosa, quanto costosa, sostituzione del suffisso “etto” con “one”!

Dopo aver profumato l’olio con l’aglio infilato in uno stecco da involtini, si fanno saltare le zucchine, lasciandole croccanti; si aggiungono il pepe ed il sale, i gamberoni, si sfuma con il Malvasìa secco IGT, ed alla fine una generosa spolverata di prezzemolo!

Pasta del formato che vi piace, scolata un minuto prima rispetto al tempo indicato, saltata con il condimento per un trionfo di mediterraneo nel piatto!

 

Un pensiero vola verso una giovane vita spezzata, verso una striscia di sangue sull’asfalto, verso i genitori che sopravvivono ad un figlio, reo soltanto di aver goduto della sua giovane età, come tanti di noi, più fortunati di lui, abbiamo fatto!

Buon vento marinaio, qualcuno piange per te, senza giudicarti!