Punto nascita, scuola, acqua: per La Cava la Regione non ha colpe

Ancora ” spari  a salve” di Art.1 contro l’Amministrazione e contro lo Stato, quando il mirino , sui problemi sollevati, dovrebbe essere puntato contro l’Amministrazione regionale sostenuta dal presidente La Cava, fedelissimo del presidente Crocetta per la fascia tirrenica

Comunicato Art.1

Alessandro La Cava , presidente di Art. 1
Alessandro La Cava , presidente di Art. 1

Siamo costretti a rispondere a Sergio La Cava, sostenitore ancora oggi di questa amministrazione, per aprirgli gli occhi rispetto ad una realtà che lo stesso, per gli innumerevoli impegni di lavoro lontano dalle isole, non vive più con la stessa assiduità di qualche anno fa.

Purtroppo Sergio La Cava omette, auspichiamo in buona fede, un passaggio importante che noi vogliamo esplicitare.

Per mesi il primo cittadino, nel raccontare le sue verità, ha sempre cercato di giustificare il fallimento evidente di questa amministrazione con il solito ritornello della congettura storica e della perenne mancanza di soldi.

Purtroppo tale verità, effetto di una pessima amministrazione, si scontra quando improvvisamente si avviano i preparativi per l’inaugurazione della nuova caserma ed è per questo motivo che la gente si sente presa in giro.

Anni di sporcizia, di verde incolto e di strade dissestate che i liparoti hanno dovuto subire in forza di una verità a cui oggi pochi credono ed all’improvviso tutto cambia.

Strade asfaltate, cassonetti messi a lucido, aiuole sistemate, elipiste rimesse a nuovo (stranamente solo quella di Lipari),insomma una normale amministrazione che purtroppo vediamo alla fine di eventi straordinari come quello di ieri.

Per il resto possiamo concordare con Sergio La Cava ed anche noi siamo fieri di avere una caserma più bella e più grande ma la presenza dello Stato o la sicurezza del nostro territorio sono ben altra cosa rispetto all’inaugurazione di una nuova caserma.

Ieri, è vero, abbiamo avuto la presenza dello Stato ma dov’era lo Stato quando c’era da difendere il punto nascita che il ministro Lorenzin (lo Stato) si è ostinata a chiudere?

Dove è la presenza dello Stato quando i precari della Pumex da anni implorano una stabilizzazione che lo stesso Stato aveva promesso?

Dove è la presenza dello Stato quando il preside della scuola I Conti implora ancora oggi contributi ed interventi per garantire il regolare svolgimento delle attività scolastiche per la nuova stagione?

Dove è la presenza dello stato quando ogni anno elemosiniamo interventi per tamponare le perenni emergenze idriche?

Caro Sergio La Cava, noi lo Stato non lo vogliamo soltanto durante le parate ma anche quando ci sono i reali problemi da risolvere.

Art.1

Per completezza d’informazione riportiamo su una nota precedente dello stesso La Cava la risposta del sindaco Marco Giorgianni

https://www.giornaledilipari.it/giorgianni-e-la-pulizia-del-territorio-interventi-grazie-alla-forestale-e-ai-tanti-volontari/