Punto nascita: restano le chiacchere

Ora è ufficiale, cioè al netto delle chiacchere da parte del governatore Crocetta e del suo luogotenente alle Eolie, La Cava. Chiude il Punto nascita di Lipari ( ma negli ultimi tre anni è stato aperto ?) e degli altri centri siciliani Petralia Sottana, Santo Stefano di Quisquina, e Mussomeli. Si legge che il ministero non ha concesso la deroga che aveva chiesto l’assessore Baldo Gucciardi e sono stati salvati in extremis soltanto i reparti di Licata e Bronte. In realtà bisognerebbe chiedersi se è stato mai presentato per Lipari, da parte dell’Assessorato al Ministero, il progetto specifico sollecitato anche dall’Associazione per la sanità nelle piccole isole.

In ogni caso nessuna agevolazione per le donne eoliane costrette a partorire fuori. Un segno di grande “sensibilità” con la speranza che , nei casi d’emergenza, a Lipari e nelle sue isole, non accada mai nulla di grave…