Punto nascita: Poteva mancare lo scaricabile ?

Da Alessandro La Cava , coordinatore per la fascia tirrenica del Megafono di Crocetta,  nessun passo indietro sulle inadempienze della Regione. Ci sarebbe, invece, ” un gioco di prestigio” politico per riaprire prossimamente la struttura…

Riceviamo da Alessandro La Cava, Art.1 e pubblichiamo

il presidente di Art. 1, Alessandro La Cava
il presidente di Art. 1, Alessandro La Cava

A proposito del punto nascita di Lipari, molti sono i fattori che mi spingono a credere con convinzione che questo tornerà ad essere operativo.

Voglio però esclusivamente soffermarmi sull’aspetto politico e, riflettendo, trovo alquanto strano che un insieme di forze politiche più o meno rappresentate in parlamento ed all’assemblea regionale non siano riuscite a portare il risultato a casa.

È ancora più strano, a mio parere, il silenzio di questa amministrazione che su base regionale (Ardizzone presidente dell’assemblea)e nazionale (D’Alia deputato ed ex ministro) ha una collocazione politica ben precisa e molto vicina alle posizioni dell’attuale ministro Lorenzin, il quale, nella mappatura descritta brillantemente dal giornale livesicilia.it, permette che ogni altro punto nascita (Di minore rilevanza rispetto a quello di Lipari) possa continuare ad operare regolarmente e per ironia della sorte, questi stessi punti nascita sono direttamente riconducibili a quell’area popolare di cui Giorgianni e D’Alia sono parte integrante.

Probabilmente in tanti hanno a cuore le sorti del punto nascita di Lipari, ma tra questi vanno distinti coloro che hanno intenti nobili perché mossi da sentimenti puri e dall’altra parte i molti politici che pur essendosene interessati, probabilmente tramano o nascondono un’infima spartizione dei meriti che, nel caso in questione, vedrebbe realizzarsi la spartizione di molliche per tutti.

Tra i tanti personaggi di spicco di questo mini mondo politico figura poi l’eroe di turno, smanioso di protagonismo, il quale risulta impaziente di intestarsi vittorie di battaglie che abilmente è riuscito a far credere impossibili da vincere. Talmente narciso da essere certo che il popolo graziato e salvato da egli stesso, popolo elettore, possa essergli ingenuamente grato riconoscendogli nuovamente la salita al trono.

Ma chi lo ha creato il problema? Oggi ho il sospetto che sia stato lo stesso personaggio che “magicamente” lo risolverà.

Peccato che si vota tra 18 mesi, altrimenti avrei avuto motivo di credere che il problema sarebbe stato già risolto…

Che brutta questa politica!