Pulizia e custodia cimiteri, lezione di Biviano

Lipari- Nota del consigliere comunale del Pd, Giacomo Biviano, inviata all’assessore ai servizi cimiteriali Giovanni sardella e al Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni

OGGETTO: Recenti atti vandalici e disservizi al cimitero di Pianoconte.

Egregio Assessore,

biviano_pDalle sue affermazioni denoto che Lei non è mai entrato nel cimitero di Pianoconte, altrimenti devo pensare che il suo concetto di pulizia sia alieno non solo al sottoscritto ma alla maggior parte dei cittadini di Pianoconte, che sicuramente, almeno loro, non hanno mai fatto pervenire “significativi apprezzamenti”. Provi oggi a venire nel cimitero della frazione e si renda conto come un funerale, celebrato stamattina, è stato eseguito nello squallore più totale, tanto da indignare non solo i consiglieri comunali presenti ma tutti i cittadini. Come può, pertanto, almeno per il cimitero di Pianoconte, parlare di apprezzamenti? Li ha sognati????

Per quanto riguarda, a suo dire, i problemi legati all’impossibilità di reperire le risorse umane o materiali necessarie per l’apertura e chiusura dei cimiteri e allo loro pulizia mi sembra che Lei da Amministratore dovrebbe trovare le soluzioni oltre a esporre i problemi e giustificare le inefficienze.

Da ex amministratore e assessore al Bilancio, come lei spesso cita nella sua missiva, conosco bene la situazione finanziaria del Comune di Lipari e anche quella delle risorse umane e proprio per questo La invito a rivedere alcune sue considerazioni sull’impossibilità di effettuare dei servizi indispensabili.

Per quanto riguarda la chiusura e apertura dei cimiteri fino al 31 dicembre 2013, per i servizi cimiteriali, vi erano presenti un custode e almeno due o tre operai ex pumex. Ma almeno, fino ad allora, perchè non è stato incaricato uno di questi per l’apertura e chiusura di tutti i cimiteri dell’isola? Qual’era il problema? Quello di fare fare il giro dell’isola due volte al giorno? E poi, sono convinto che un migliore e più generico utilizzo degli altri operai, quelli incaricati per altri servizi che spesso non vengono effettuati giornalmente, consentirebbe di sopperire in questo momento alla mancanza degli ex Pumex. Per non parlare del servizio di custodia effettuato dagli anziani, per conto dei servizi sociali, per il quale, però, mi viene riferito che lo stesso non viene coordinato dall’ufficio responsabile dei cimiteri e pertanto scoordinato alle reali esigenze degli stessi. Stiamo parlando solo della chiusura e apertura dei cimiteri da effettuarsi due volte al giorno per un tempo massimo di 2 ore di effettivo lavoro. E’ talmente difficile Assessore Sardella?

Per quanto riguarda l’aspetto economico, prima di parlare di inadeguatezza delle somme a disposizione nel bilancio comunale, si è chiesto come mai al 31 dicembre 2013, in gestione provvisoria, per quanto riguarda i servizi cimiteriali della spesa corrente (capitoli 1426, 1416, 1418), non sono stati impegnati oltre 10.000 euro rispetto al 2012, di cui 7000 per servizi di manutenzione e funzionamento? Si rende conto che solo con le cifre non impegnate avrebbe garantito un minimo di pulizia bisettimanale o mensile per i cimiteri sprovvisti di custode attraverso l’affidamento del servizio ad una cooperativa sociale per il quale l’abbattimento dei costi è anche maggiore? Sono convinto che l’attuale Assessore al Bilancio avrebbe consentito, così come ha fatto per altri servizi indispensabili e necessari, qualsiasi deroga all’utilizzo delle risorse per la spesa corrente. Purtroppo, Lei, però, entro il 31 dicembre 2013 non ha dato disposizioni e non ha chiesto di far impegnare le suddette somme e le stesse, pertanto, sono state raschiate per quadrare il bilancio di prossima approvazione.

Ha mai pensato o ha chiesto di far rientrare il servizio di pulizia settimanale dei cimiteri nel prossimo capitolato d’appalto di pulizia degli edifici comunali?

Si è mai chiesto se i nostri cimiteri, visto l’interesse della Sovrintendenza dei Beni Culturali per le opere monumentali presenti, rientrino tra le fattispecie dei Beni Culturali che possono usufruire degli incassi della tassa di sbarco?

Purtroppo penso che molte di queste cose a Lei siano soltanto sfuggite, pertanto, attendo ancora speranzoso e offro la mia collaborazione qualora venga richiesta.

Così come spero che si attivi al più presto per risolvere i disservizi e i problemi legati alla frazione di Pianoconte, addirittura anche quelli più banali, segnalati da mesi dal sottoscritto e dal consigliere Fonti e pertinenti alle materie di sua competenza.

Distinti saluti.

Il Consigliere Comunale

Dott. Giacomo Biviano