Problemi per il trasporto del pane sugli aliscafi, Giuffrè si rivolge al Prefetto

Nota del ginostrese Gianluca Giuffrè al Al Prefetto di Messina, Maria Carmela Librizzi e al Sindaco del Comune di Lipari, Marco Giorgianni.

Oggetto: Trasporto beni di prima necessità e piccoli colli sui mezzi veloci

Con la presente si segnala che i mezzi di linea veloci non imbarcano pane e altri generi di prima necessità se non accompagnati da un passeggero.

Per posti remoti e disagiati come le isole minori dove le navi non giungono con regolarità gli aliscafi rappresentano l’unico modo per avere i viveri. In posti come Alicudi, Filicudi e Ginostra poi non vi sono nemmeno panifici. Da diversi giorni, per esempio, non arriva più neanche il pane a Ginostra perché i comandanti dei mezzi, seguendo alla lettera le disposizioni, non ne consentono l’imbarco. La società di navigazione ( Liberty Lines), da me contattata, che garantisce i collegamenti è disponibile al trasporto di piccoli colli, specie del pane, ma ovviamente vuole essere autorizzata.

Tutto ciò, voglio ricordare, accade in un momento in cui viene chiesto ai cittadini di limitare gli spostamenti a causa del Covid. Un paradosso al quale bisogna porre rimedio. Come fare per ricevere pane, latte e altri beni essenziali?

A questo punto, a mio avviso, occorrerebbe una deroga al regolamento, o meglio, un’ordinanza Prefettizia che regolamenti e disciplini la questione consentendo ai cittadini e agli operatori commerciali delle piccole isole di ricevere i beni essenziali.

Certo della sensibilità di Sua Eccellenza il Prefetto e dell’intervento del Sindaco di Lipari resto in attesa di un celere e gentile riscontro e di poter avere alla mia tavola un pezzo di pane fresco per me ed i miei figli.

Distinti Saluti

Gianluca Giuffrè (già consigliere comunale di Lipari)

Ginostra 09/11/2020