Per l’associazione cittadino Unesco è stata un perdita di tempo

L’audizione odierna in Commissione Ambiente all’Ars sulla riforma della legge regionale su parchi e riserve

Riceviamo da Roberto Sauerborn , dell’associazione “Io , cittadino Unesco” e pubblichiamo:

Carissimi amici, Cittadini UNESCO,

Roberto Sauerborn
Roberto Sauerborn

“what a disappointment” direbbero gli inglesi! Cosa altro dire a proposito della odierna “Audizione in merito ai progetti di riforma della legislazione regionale sui parchi e le riserve” da parte della IV Commissione Assemblea Regionale Siciliana alla nostra Associazione.

Voglio tralasciare l’aspetto che ormai definirei “folkloristico” dell’atavico ritardo dei lavori parlamentari: convocazione alle ore 10,00 e inizio lavori alle ore 11,30 senza scuse di sorta…! E dire che vi era gente che veniva da tutte le provincie della Sicilia…!!

Ho scoperto che l’invito in audizione non significa che si possa parlare.

Sono stati sentiti le associazioni “ambientalistiche” canoniche (Legambiente, WWF, Lipu e CAI), i presidente e i direttori dei Parchi già istituiti, i responsabili delle Riserve (non tutti), il Codacons, i rappresentanti dei Comitati promotori dei parchi, qualche docente universitario in pensione, mancavano i coltivatori diretti, qualche altra categoria professionale, le associazioni venatorie (la cui assenza è stata fatta notare dall’On. Nino Germanà, ma non componente della IV commissione, che devo dire attento anche alla questione Eolie e puntuale alle 10,00) mentre noi, Cittadini UNESCO, pur se invitati non eravamo nel programma degli interventi parlanti:?!?

E nessuno altro c’era delle Eolie e/o delle altre isole di Sicilia.

Così, dopo un paio di ore, abbiamo avuto la grazia di ascoltare, indirettamente, l’impegno di poter essere sentiti in un’altra occasione sempre sullo stesso argomento, sempre che si ricordino di invitarci, ma per parlare questa volta.

Mah! A pensare male, mi dicono che a volte non si sbaglia. Forse, “baronato” ambientalista preoccupato di perdere qualche poltrona? Forse, preoccupazione di qualche sindaco e/o assessore assente? O, forse, più semplicemente assenze di risposte ma solo passerella.

Già, so che il presidente On. Trizzino non condividerà questa mia analisi, ma al di là di qualcuno che, in audizione è autorizzato a parlare, ha detto che la legge sui parchi così gli piace, qualcun altro che ha detto che così non gli piace, qualcun altro che il DDL è buono, qualcun altro invece che non è buono, qualcun altro che ha detto che non vuole i presidenti dei Parchi nominati da presidente della Regione ma scelti nel territorio (pare perché uno già nominato non sapeva l’indirizzo della sede del Parco, mentre, invece, se lo sa “fa le cose giuste”: motivazione di alta valenza scientifica!), qualcun altro che mancano i soldi per il loro funzionamento, qualcun altro che ha presentato il suo curriculum vitae, e solo un intervento brevissimo ma animato che non vuole che si realizzino i “Parchi Avventura per i ragazzi” dentro i Parchi Naturali e le Riserve. Altro non ho avuto il piacere di ascoltare e, credetemi, ce lo messa tutta a rimanere seduto sperando che da un momento all’altro avvenisse qualcosa che desse motivo di questa presenza.

A parte il fatto che ai presenti, pardon, al presente non è stato consegnato alcun documento e/o DDL da visionare e/o integrare e/o altro…forse me lo spediscono.

Questo è quanto accaduto oggi a Palermo in audizione presso la IV Commissione in diretta Streaming mentre fuori in piazza centinaia di cittadini protestavano per mancanza di lavoro!

Alle 13,05, me ne sono andato…

Torneremo a breve sull’argomento e chiederemo, nuovamente, di essere invitati ma per parlare: pare che si debba specificare…!?

Alla prossima.

Roberto Sauerborn