Pellegrino interroga su situazione finanziaria

Interrogazione del consigliere comunale Fulvio Pellegrino al Sindaco di Lipari, al Segretario  Comunale, al Dirigente II° Settore  Dott. Subba e agli Assessori

Situazione finanziaria dell’Ente e situazione crediti riscossi e non riscossi dall’Ente.

Il consigliere comunale Fulvio Pellegrino

E’ notizia di qualche giorno che la Sua Amministrazione non potrà sottoporre alla relativa approvazione del Consiglio Comunale il bilancio di previsione 2020.
Ormai da anni Sig. Sindaco tiene in ostaggio questa Comunità portando in Consiglio Comunale il Bilancio di previsione per la relativa approvazione ad un anno dalla sua regolare approvazione facendo diventare un bilancio preventivo di fatto un consuntivo.


Questa Sua condotta politico-finanziaria ha privato per tutta la durata dei suoi due mandati di Sindaco il Consiglio Comunale e tutta la Cittadinanza di qualsivoglia tipo di programmazione economica facendo viaggiare il nostro paese in ritardo sulle necessità correnti trattando tutto con le somme urgenze ho addirittura non intervenendo sulle necessità ordinarie giustificando l’assenza di risorse (frutto di una totale assenza di programmazione).

Vede Sig. Sindaco non è che Lipari è l’unico comune che soffre le problematiche che Lei ormai utilizza come giustificazioni, come il ritardo oltre il taglio ai trasferimenti regionali e nazionali, ma sicuramente il Comune di Lipari è tra i pochi che incassa fior di milioni di euro dalla tassa di sbarco con la totale libertà di spesa che il decantato contributo di sbarco Le consentirebbe.

Ritengo che ormai sia stata palesata la Sua totale estraneità a politiche che hanno come priorità la programmazione degli interventi, delle iniziative e la sostenibilità delle attività e dei conti del palazzo municipale che nella sua gestione hanno raggiunto squilibri da capogiro e attestandosi tra quei Comuni che vantano crediti oltre i 15 milioni di euro.
.
A tal proposito la INTERROGO affinché relazioni in Consiglio Comunale circa la situazione finanziaria dell’Ente nell’ordine alla tenuta dei conti e precisamente alla situazione odierna:
1.      Delle entrate comunali;
2.      quali sono le iniziative che ha posto in essere la Sua Amministrazione Comunale affinché le stesse entrate risultino esigibili anche oltre il periodo di prescrizione dovuto alla carente attività di recupero che si spera venga svolta entro i termini di legge.

Quanto detto affinché l’Ente non continui a subire l’attuale doppio danno derivante, dalla mancata entrata di tasse e tributi, e dalla sottrazione di risorse dal bilancio che vengono destinate a garantire le mancate entrate rimpinguando il fondo crediti di dubbia esigibilità, Fondo che grazie alla gestione della Sua Amministrazione, e mi riferisco alla carente attività di recupero crediti, sta raggiungendo cifre da lotteria.

•       Infine chiedo Al Ragioniere Capo Dott. Subba che sia sottoposto al prossimo Consiglio Comunale l’elenco analitico dei crediti vantanti dall’Ente con l’evidenza di quelli esigibili e di quelli non esigibili affinché ci si possa rendere conto di quale sia la reale situazione patrimoniale del Comune ormai prossima al dissesto come più volte proprio da lui segnalato.
•       Chiedo inoltre se ha messo in essere tutti quegli atti che non permettano la prescrizione dei debiti con relativo danno all’erario.
•       Infine elenco analitico di quanti non hanno pagato siano essi privati che attività commerciali, imprenditoriali, relativamente a: IMU, TASI, TARSU, ONERI DI URBANIZZAZIONE ECC ECC.
Distinti saluti

Bozza automatica 101
Annuncio creato il 5 Marzo 2021 18:01